Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Moto3, GP Le Mans (Francia): Foggia in pole. HIGHLIGHTS

Arriva un po’ tardi questa pole, ma dopo due gare negative è una bella soddisfazione“. Sorride persino con gli occhi, felice come un bimbo, Dennis Foggia che a Le Mans ha fin qui raccolto quanto seminato da venerdì: una pole position per lui storica, la prima in carriera nel Motomondiale (in precedenza ne aveva siglata una nel CEV, nel 2017, ad Aragon). Il romano vuole cancellare il ricordo della pessima prestazione di Jerez. E ha tutto le carte in regola per farlo. Miglior tempo nelle libere, ottimo passo in vista della gara e la partenza dalla prima casella dello schieramento. Ottenuta senza rubare scie a nessuno. “Preferisco girare da solo – ha spiegato a fine turno -, mia scelta personale. Anche in passato non ero contento quando facevo il tempo in scia. E poi questa capacità di girare da solo me la ritrovo in gara quando sono in testa”. Potrebbe accadere anche domenica: scappare via con un passo gara che in pochi, forse nessun’altro, può contrastare.

La lotta per il titolo

Chance importante in ottica mondiale dove il pilota della Leopard deve recuperare 21 lunghezze a Sergio Garcia, apparso fin qui un po’ in difficoltà. Il leader del mondiale ha faticato molto venerdì, è pure caduto rimediando una contusione al piede, e sabato ha spuntato un settimo tempo che lo mette in terza fila. Gara in salita dunque, da correre con la prospettiva di sgomitare in mezzo a un bel gruppo di avversari rognosi: tanto per cominciare Tatsu Suzuki col secondo tempo e Jaume Masia a chiudere la prima fila con il terzo. Davanti a lui, in seconda fila scatteranno Diego Moreira, protagonista di un discreto weekend a Jerez, Carlos Tatay, tra i giapponesi più veloci in Moto3, e Andrea Migno, sbarcato in Francia con il dente avvelenato. Al pari di Foggia il romagnolo deve cancellare il ricordo di Jerez e soprattutto deve recuperare un bel po’ di punti in classifica, in gran parte persi per sfortuna. Le Mans gli è andata a genio fin da venerdì mattina. Ha trovato subito il ritmo giusto e la convinzione necessaria. La motivazione non gli manca. Partire con il sesto tempo gli offre la possibilità di lottare per il podio.

Fonte: sport.sky.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *