Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Momento storico per lo sport in Arabia Saudita: nasce il primo campionato di calcio femminile

15 Novembre 2021

Il prossimo 22 novembre 2021 è una data importante per l’Arabia Saudita: prenderà il via la Saudi Women’s Football League, il primo campionato femminile di calcio.

69 CONDIVISIONI

Adesso è ufficiale: la federazione calcistica dell’Arabia Saudita ha reso noto che si giocherà la prima edizione di un campionato di calcio femminile alla fine di questo mese. Una notizia incredibile per tutti gli appassionati di sport e in particolare per quello femminile, visto che è stato a lungo tempo osteggiato dalle frange più conservatrici della società saudita. C’è grande attesa per questo nuovo inizio ma i programmi era altri: il nuovo campionato doveva essere lanciato nel Regno all’inizio di quest’anno, ma ha subito un lungo rinvio a causa della pandemia. Dopo lo spostamento di qualche mese e le solite difficoltà nel far partire una nuova competizione, ecco che è arrivata la conferma anche dalla Saudi Sports for All Federation (SFA).

Il nuovo campionato comprende un totale di 16 squadre con oltre 600 giocatrici e i club si trovano in tre diverse città del Regno: Dammam, Jeddah e Riyadh. È interessante notare che la scorsa settimana si sono svolte sette partite in Arabia Saudita, tra Jeddah e Riyadh. Per quanto riguarda Damman ci sono solo quattro squadre iscritte mentre nelle altre due ce ne sono sei: quelle che vinceranno il loro girone interno potranno giocare in un torneo ad eliminazione diretta al Kingdom Final Championship che si terrà all’inizio del prossimo anno nella città di Jeddah, sul Mar Rosso.

Ecco le squadre che parteciperanno: Al-Tahadi, Sama, Al-Himma, Al-Seham Al-Zarqa e Al-Yamamah (Regione centrale), Al-Asefah, Nosour Jeddah, Ittihad Al -Quwa, Al-Kora Al-Moshtaela e Al-Leith Al-Abyad (Regione occidentale). Shoulla Al-Sharqiah, Al-Mamlaka Al-Nisa’, Al-Waha e Ittihad Al-Nosour (Regione orientale).

Leggi anche

Morto Walter Smith, leggenda del calcio britannico: vinse 10 campionati con i Rangers

La nuova lega femminile mira a “emancipare le donne e incoraggiarle a diventare attive e a partecipare allo sport a livello di comunità” e il presidente della federazione, Yasser Almisehal, ha affermato che la nascita di questo torneo è “un momento importante per tutti”.

Da tre anni le donne in Arabia Saudita possono partecipare a eventi sportivi negli stadi pubblici e da quel momento storico del 2018 l’atteggiamento nei confronti dello sport femminile è completamente cambiato nel Regno: tra i promotori di questo cambiamento cruciale nel paese c’è il Saudi Green Team, che è diventata la prima squadra femminile saudita a partecipare ad un evento internazionale.

Nel 2019 il team ha partecipato alla Global Goals World Cup (GGWCup), un torneo lanciato per difendere il ruolo dello sport nel raggiungimento dell’obiettivo di sviluppo sostenibile (SGD) n. 5 delle Nazioni Unite, e lo scorso settembre ha preso parte alla discussione sul cambiamento per le donne nello sport nel Regno. Shaima Saleh Al-Husseini, amministratrice delegata dell’SFA, ha dichiarato: “Sono stati fatti passi da gigante per le donne nello sport in Arabia. Ora esistono programmi dedicati per favorire il loro inserimento e, nel nostro caso, a livello comunitario, per trasformare l’atletica e l’attività fisica in un’abitudine quotidiana per le ragazze fin dalla più tenera età. Ora c’è un enorme sostegno anche per le atlete d’élite; che prima non c’era”.

Ad agosto Monica Staab è stata nominata allenatrice della nazionale araba e il 2 novembre scorso ha tenuto il primo allenamento, altro giorno storico per il calcio femminile: la trainer tedesca si occupa anche della formazione delle giovani allenatrici e deve lavorare su una squadra di 30 giocatrici tra le 700 tesserate.

Quello che accadrà il 22 novembre fa parte di un programma istituito dalla Federcalcio locale nel 2017 per sostenere il calcio femminile e si tratta di un altro grande passo nella giusta direzione per le donne nello sport in Arabia Saudita.

69 CONDIVISIONI

Fonte: fanpage.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *