Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Milano, rimonta da urlo: batte il Real 78-70, Rodriguez mvp con 25 punti

Finisce 78-70 dopo un inizio molto complicato e l’infortunio di Delaney dopo 4’ (caviglia sinistra), oltre alle assenze di Punter e Micov: ma lo spagnolo e Shields danno il là alla rimonta

Un AX da battaglia incornicia una ripresa perfetta e stende il Real Madrid dopo 14 sconfitte di fila contro gli spagnoli. Blancos avanti anche in doppia cifra (con Abalde e Thompkins protagonisti) nel primo tempo dove l’Olimpia perde per infortunio anche Delaney, in piena emergenza Milano si esalta grazie a una difesa aggressiva ed efficace che annichilisce gli spagnoli dopo l’intervallo. La personalità di Rodriguez e Shields in evidenza ma è tutto il collettivo di coach Messina a regalarsi una gran serata, per la terza vittoria su quattro gare in Eurolega.

La gara

—  

Real avanti in avvio nonostante il quintetto molto giovane messo in campo da Laso, tripla frontale di Abalde, 0-5. Cerca di mettersi subito in partita Milano che fatica contro l’intimidazione di Tavares, il lungo stop (causa problemi di una retina del canestro) sembra far bene ai padroni di casa che trovano un canestro comodo con Delaney, 4-8. Abalde non smette di colpire dall’arco, altre due bombe dell’ex Valencia, piove sul bagnato per l’Olimpia che perde per un problema alla caviglia Delaney, 4-11. Senza l’ex Barcellona, che si aggiunge ai lungodegenti Punter e Micov, si riducono le armi offensive a disposizioni dei milanesi che subiscono la doppia tripla di Thompkins, il buzzer beater di Tarczewski tiene l’AX sotto la doppia cifra di svantaggio alla prima sirena, 10-19. Scivolano a meno 12, tripla di Llull, i biancorossi ma è ancora Tarczewski a lottare con coraggio in area colorata, 18-24 dopo l’antisportivo fischiato a Garuba. Torna a far male Thompkins, apre il campo l’ex Clippers ed è altro +11 Real, 20-31 di Taylor. Tavares controlla i tabelloni dando spazi preziosi alla batteria di tiratori di Laso, sempre Taylor per il 24-38. È ancora un colpo sulla sirena a donare coraggio ad una Milano in apnea, bomba di Rodriguez che manda l’Olimpia a meno 11 all’intervallo, 31-42.

Ripresa con rimonta

—  

All’Armani Exchange non mancano cuore ed energia, dopo la pausa lunga biancorossi d’assalto in fase difensiva, Shields suona la carica, 36-42. Rodriguez scippa più volte Llull e compagni, è battaglia tra Abalde e Moraschini, due liberi del Chacho e meno 2, 44-46. Anche la buona sorte sembra indicare Milano dopo la bomba di tabellone dell’ex madrileno che non si ferma più, sorpasso, 50-49. Real che reagisce con Laprovittola, l’AX ci prende gusto con i buzzer beater, terzo di serata questa volta con Roll, 54-55 alla penultima sirena. Morde rabbiosa l’Olimpia che toglie il fiato ai tiratori dei blancos, Datome esalta il Forum con due canestri da campione, 62-55. Nervosismo che sale in casa madrilena, tecnico a Laso e quarto fallo di Campazzo, la personalità di Shields su entrambi i lati del campo per il massimo margine, 66-57. Real ferito ma non rassegnato, Campazzo con grinta propizia il mini parziale ospite, tripla in transizione dell’argentino per il meno 3, 66-63. Messina sceglie il quintetto piccolo che paga ancora dividendi, la bomba dall’angolo di Moraschini profuma di vittoria, 74-67. L’ultimo assalto è di Llull ma il fortino biancorosso è inattaccabile, Rodriguez sigilla dalla linea della carità, 78-70.

ARMANI EXCHANGE MILANO: Rodriguez 25, Shields 19, Datome 9 REAL MADRID: Thompkins 15, Abalde 14, Taylor 9

Fonte: gazzetta.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *