Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Milano regola Villeurbanne 87-73: Shields fa la differenza

Al Forum, l’Olimpia conquista la seconda vittoria superando la squadra di Tony Parker con un crescendo nel finale. Ottima prova dell’ex Trento

MILANO-VILLEURBANNE 87-73 L’Olimpia si regala il bis, dopo la vittoria a Monaco di Baviera, regolando al Forum l’Asvel Villeurbanne. Prestazione solida di Milano che, dopo qualche difficoltà in avvio, prende possesso del match grazie ad un eccellente difesa. In attacco grande equilibrio con tanti protagonisti a referto, cinque in doppia cifra per gli uomini di Ettore Messina, Shields il top scorer di serata a quota 17.

La gara
Avvio tutt’altro che brillante per l’AX che fatica a trovare ritmo in attacco. Solo Hines a referto nei primi tre minuti per i biancorossi con l’Asvel che colpisce con Cole, 2-6. Le scorribande dell’ex Heat e la presenza dominante di Fall in area colorata lasciano ancora avanti i transalpini, 6-11. Si sblocca dall’arco Milano, Roll e Rodriguez, senza però far tornare il bel tempo nell’attacco dell’Olimpia, 12-15. Tarcewski si batte come un leone ed i padroni di casa tentano di alzare l’intensità difensiva, la firma sul sorpasso è di un adrenalinico Moraschini con un 2+1, 17-15. L’ex Brindisi e Rodriguez alimentano il margine milanese, la pressione dell’AX mette in palese difficoltà gli uomini di coach Parker. Arriva anche il margine in doppia cifra, timbro di Hines, mentre l’Asvel accumula palle perse, è il giovane Strazel ad interrompere il digiuno lionese, 31-20. Brani di eccellente basket per gli uomini di coach Messina che sfruttano con sapienza i recuperi trasformati in rapide transizioni, fuga biancorossa sul 36-22. L’Asvel si aggrappa a Fall e Noua, i due lunghi aprono il campo per gli esterni dei lionesi, colpisce Howard da distanza siderale per il meno 6, 40-34. Un lampo di Rodriguez illumina il Forum nel buio di un finale poco convincente di Milano, 45-40 a metà gara. Dopo la pausa lunga non sale il ritmo, cattive notizie in casa Asvel per la terza, ingenua, penalità per Fall che casca sulla finta di Delaney, Shields ridona un prezioso più 9 all’AX, 54-45. Terzo fallo anche per Hines ma è ancora l’ex Trento a rubare la scena con una tripla per il nuovo allungo in doppia, cifra, 57-45. Si rivede, dopo una lunga sosta, Cole ma è un fuoco fatuo, LeDay e Tarczewski controllano i tabelloni. Manca colpo del KO, più volte, l’Olimpia che tiene in corsa gli ospiti alla penultima sirena, Lighty e Yabusele per il meno 7, 61-54. Ancora Yabusele mette paura con il botto che riapre i giochi, Datome in versione ghostbusters scaccia i fantasmi di rimonta transalpina con una fiammata da 5 punti filati, 70-59 dopo il rimbalzo d’attacco convertito da Shields. La premiata ditta Rodriguez-Shields non molla il proscenio, LeDay è il signore del pitturato, nonostante un antisportivo a Delaney i biancorossi controllano senza patemi il finale del match chiudendo in crescendo

MILANO: Shields 17, Rodriguez 13, LeDay, Moraschini e Datome 10 VILLEURBANNE: Noua 12, Fall e Cole 10

Fonte: gazzetta.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *