Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Milano, Next Gen ATP Finals: “Cozzoli rapporto diretto tra sport di base e sport d’alto livello”

È stata presentata oggi presso la Sala Alessi di Palazzo Marino, sede del Comune di Milano, la quinta edizione delle Intesa Sanpaolo Next Gen ATP Finals. La manifestazione, che mette in lizza i migliori otto giocatori under 21 della classifica ATP, si svolgerà all’Allianz Cloud dall’8 al 12 novembre. A dare il benvenuto agli intervenuti alla conferenza stampa è stato il Sindaco della Città di Milano Giuseppe Sala. Insieme a lui, al tavolo dei relatori, c’erano Angelo Binaghi (Presidente della Federazione Italiana Tennis), Ross Hutchins (Chief Tour Officer di ATP), Andrea Abodi (Ministro dello Sport del Governo italiano), Antonio Rossi (Sottosegretario allo Sport, alle Olimpiadi 2026 e ai Grandi Eventi della Regione Lombardia), Vito Cozzoli (Presidente e Amministratore Delegato di Sport e Salute) e Claudia Vassena (Responsabile Direzione Sales & Marketing Digital Retail di Intesa Sanpaolo).

“Il Governo deve sostenere, come e dove possibile, l’organizzazione dei grandi eventi sportivi – ha detto il Ministro dello Sport, Andrea Abodi – vogliamo che il nostro sia un impegno pratico e concreto per tutto lo sport e per i giovani”.  

A proposito di giovani il Presidente Cozzoli ha sottolineato: “Il rapporto tra lo sport di base e lo sport d’alto livello è diretto, i risultati ci stanno dando ragione. Sostenere lo sport di base, permetterne la pratica in ogni angolo del Paese, che è parte della missione di Sport e Salute, significa creare propellente in modo da poter fare poi bene nello sport d’alto livello”.

Per il Presidente Binaghi la sinergia con la città di Milano ha pagato, dichiarando poi: “Sono particolarmente lieto che a questa edizione della manifestazione partecipino per la prima volta tre giocatori italiani – Lorenzo Musetti, Francesco Passaro e Matteo Arnaldi – e che nella Pepperstone ATP Race to Milan, la classifica dei migliori under 21 del mondo, figurino tre nostri atleti fra i primi dieci e dieci fra i primi 24: un segno tangibile che il livello medio del tennis italiano sta crescendo sempre di più”.

Segui Sport e Salute sugli account social ufficiali per tutti gli aggiornamenti:

FacebookInstagramTwitterLinkedinTelegramScarica l’App My Sport e Salute

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *