Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Milanello, striscioni contro Donnarumma: “Ingrato e infame”

Gli ultrà, che stamane si sono ritrovati per salutare la squadra alla vigilia del debutto casalingo, hanno addirittura minacciato l’ex portiere: “Stai attento quando girerai per Milano”

L’appuntamento, lanciato sui social una settimana fa, è per stamattina a Milanello: gli ultrà hanno chiamato a raccolta la gente alla vigilia della prima partita casalinga del Milan. “Come promesso a inizio luglio, andremo a salutare i ragazzi in vista della nuova stagione. L’invito è rivolto a tutto il popolo rossonero”. Il problema è che il ritrovo – già andato in scena la scorsa stagione con grande successo, quando gli stadi erano ancora chiusi – stavolta è iniziato male. Ovvero con due pesantissimi striscioni contro Donnarumma legati alla cancellata del centro sportivo rossonero.

Rancore e delusione

—  

Il primo: “Donnarumma ingrato bastardo, fai più schifo di Leonardo”. E questo è quello più leggero. L’altro è materiale buono per la Digos: “Donnarumma: noi gli infami non li dimentichiamo… stai attento quando girerai per Milano”. Insomma, questo è il clima attorno all’ex portiere rossonero. Uno strappo violento con l’ambiente milanista, una situazione che si è evoluta nel peggiore dei modi agli occhi di una tifoseria che ha sperato fino all’ultimo di veder restare il numero 99. L’addio è ancora molto caldo, l’arrivo di Maignan è stato ben accolto dal punto di vista del campo e delle prestazioni, ma l’addio di Donnarumma è considerato il peggiore dei tradimenti possibili per le modalità con cui è avvenuto. Gli striscioni sintetizzano ovviamente il linguaggio ultrà, ma il grado di rancore e delusione di tutta la gente rossonera nei confronti di Gigio è a fondo scala. Sgradevole prologo a parte, festa doveva essere e festa è stata, con i tifosi in corteo lungo il viale che porta all’ingresso di Milanello e la consueta coreografia di sciarpe, bandiere e fumogeni. L’entusiasmo della gente rossonera, dopo il secondo posto della scorsa stagione e la vittoria di Marassi, è altissimo.

Fonte: gazzetta.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *