Viva Italia

Informazione libera e indipendente

MG6 XPower: ecco la berlina high performance

Svelati i primi render ed alcuni dettagli relativi ad una inedita configurazione sportiva della berlina-compact MG6 di seconda generazione.

Oltremanica vengono definite “Hot hatch”. Sono le berline in assetto “da sparo” (un esempio decisamente azzeccato è la recentissima accoppiata Giulia GTA e GTAm), in cui l’immagine esteriore riceve una dose di carattere in più e sotto il cofano nascondono soluzioni motoristiche high performance. A questo “club” appartiene l’inedita MG6 XPower, anticipata sotto forma di render da MG in qualità di eventuale futura declinazione ancora più aggressiva della berlina di fascia compatta – a sua volta derivata dalla precedente Rover 75 – che porta il marchio dell’Ottagono tornato in auge dapprima sotto la proprietà Nac-Nanjing Automobile Corporation, e successivamente dal colosso Saic Motor.

Un brand in pieno sviluppo

È proprio quest’ultima che ha dato vita al programma di riposizionamento strategico per MG, segnatamente con la produzione dei compact-SUV HE S EV (ad alimentazione elettrica) ed EHS (ibrida plug-in): più avanti, come annunciato in tempi recenti da MG, arriveranno ulteriori novità (un successivo modello ad alimentazione 100% elettrica, previsto verso la metà di quest’anno; e, a breve termine, un’altra proposta sempre a zero emissioni). Ultime in ordine di tempo, le anticipazioni relative alla concept Cyberster (Salone di Shanghai 2021) e della coupé Emotion.

Decisamente aggressiva

Fra le anticipazioni di maggiore rilievo, c’è appunto la nuova variante ad alte prestazioni di MG6, battezzata “XPower”: nome ripreso da un modello sportivo – Xpower SV – provvisto di unità motrice V8 e prodotto, con poca fortuna, dalla stessa MG fra il 2003 ed il 2005.

Alcuni render di anteprima, pubblicati nel social network cinese Wibo, individuano nella seconda generazione della berlina compatta MG6 – versione che non viene venduta nel Regno Unito in quanto la prima serie venne ritirata dai listini nel 2016 a causa di quantitativi di vendite non all’altezza delle aspettative – la “base di partenza” per l’inedita “derivazione” XPower, in cui fanno bella mostra di sé una tinta carrozzeria nel tradizionale British Racing Green, l’adozione di una serie di appendici aerodinamiche – nuovo splitter anteriore, “minigonne” sottoporta, un vistoso alettone posteriore ed un diffusore inferiore -, un set di cerchi a diametro differenziato (da 18” all’avantreno e da 19” al retrotreno) integrati all’interno di passaruota più larghi.

Analogamente, l’abitacolo rivela anch’esso un’intonazione “corsaiola”, grazie alla presenza di sedili semi-anatomici (con iscrizioni “XPower” ricamate), cinture di sicurezza in colore verde a contrasto, rivestimenti in tessuto microfibra e dettagli in pelle.

La vedremo su strada?

Bocche cucite in merito all’impostazione motoristica: alcune ipotesi della stampa internazionale suggeriscono che la vettura possa portare in dote l’unità motrice 1.5 benzina a quattro cilindri (abbinata ad un cambio manuale) con una potenza più elevata rispetto a quella che equipaggia l’attuale seconda generazione di MG6. I dettagli si fermano qui: più avanti si saprà se si tratti di un esercizio di stile, della prefigurazione di una “one-off”, oppure dell’anteprima di una nuova lineup sportiva.

Fonte: motori.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *