Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Metro B, riapre la stazione Policlinico: c’è la data

La stazione della metro B Policlinico riapre domani, venerdì 24 dicembre. A darne notizia a RomaToday l’assessore ai Trasporti Eugenio Patanè. Dopo oltre un anno di chiusura e disagi annessi per gli utenti, specialmente per studenti e lavoratori del Nomentano, finalmente la fermata tornerà usufruibile.

Ricordiamo che era stata chiusa il 29 novembre 2020 per la sostituzione degli impianti giunti a fine vita tecnico e per infiltrazioni all’interno della stazione. La riapertura era stata promessa dall’assessore entro Natale.

Un anno di disagi

Tempistiche davvero giurassiche quelle per vedere finalmente riaperta la stazione della metro. La chiusura risale al 29 novembre 2020, conseguenza dei necessari lavori di sostituzione integrale degli impianti di traslazione, scale mobili e ascensori, arrivati a fine vita tecnica, dopo 30 anni di utilizzo.

I lavori si sarebbero dovuti svolgere in qualche mese. I tempi invece si sono dilatati oltre ogni aspettativa. Difficile immaginare che ci volesse oltre un anno. Un pantano burocratico che ha causato disagi pesanti a centinaia di migliaia di utenti, tra gli studenti universitari de La Sapienza e il vicino ospedale Umberto I, senza contare le ripercussioni sulla mobilità dell’area compresa tra il Verano e i Parioli. 

“Dopo la riapertura del Tram 2 di sabato scorso – commenta Patané – riconsegniamo ai romani un altro snodo importante e strategico per la mobilità cittadina. La stazione Policlinico rappresenta infatti una stazione fondamentale per tutti i residenti della zona, per gli studenti dell’Università La Sapienza, per il personale sanitario e per i pazienti dell’ospedale Umberto I. Proprio in considerazione della presenza del Policlinico, è fondamentale la riapertura di scale mobili e ascensori, a beneficio in modo particolare delle persone con disabilità motorie”.

“Ringrazio Atac e Ustif per aver accelerato i lavori, che hanno visto la sostituzione integrale degli impianti di traslazione e il rifacimento completo della pavimentazione, e la fase dei collaudi, consentendoci di riaprire anche con un leggero anticipo rispetto ai tempi previsti”.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *