Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Meteo: ponte del 25 aprile a rischio forte maltempo su parte della Penisola. Ora vi spieghiamo perchè

Visita il profilo di Carlo Migliore
tempo di lettura
2 minuti, 6 secondi

 Per tutti
Ponte del 25 aprile a rischio maltempo
Ponte del 25 aprile a rischio maltempo

INSIDIOSO VORTICE INCOMBE SUL PONTE DEL 25 APRILE – Non saranno le perturbazioni atlantiche in senso stretto a determinare il prossimo peggioramento del tempo, quello compreso tra sabato 23 aprile e lunedì 25 aprile. L’atlantico darà un suo contributo ma lo faranno anche le correnti fredde che dall’estremo nordest europeo riusciranno ancora ad intrufolarsi in moto retrogrado verso ovest. C’è infatti un grosso anticiclone collocato tra l’Islanda e il Mar di Norvegia attorno al quale si è formato un vero e proprio anello depressionario, in parte costituito da impulsi freddi nord atlantici provenienti dalla Groenlandia, in parte da impulsi freddi provenienti dal mare di Barents. La congiunzione di queste due azioni in corrispondenza dell’Europa occidentale terrà in vita una depressione molto insidiosa, la più grande tra almeno tre, che sarà in grado di portare tempo perturbato sull’Italia con piogge anche abbondanti ma non ovunque. 

Meteo tendenza tra sabato 23 e lunedì 25 aprile
Meteo tendenza tra sabato 23 e lunedì 25 aprile

In una prima fase, nella giornata di sabato, con il vortice posizionato tra la Spagna e la Francia, le regioni più esposte saranno quelle nord occidentali e quelle tirreniche centrali. Qui si concretizzerà la possibilità di avere fenomeni di una certa importanza e si sa quanto ce ne sia bisogno, anche a sfondo temporalesco e localmente a carattere di nubifragio. Altrove le condizioni dovrebbero risultare nettamente migliori con clima in riscaldamento per effetto delle tese correnti sciroccali richiamate da sud. Domenica con la traslazione del minimo verso est e la fusione con la saccatura più fredda sull’Europa centrale le regioni più esposte potrebbero risultare ancora una vola quelle settentrionali e buona parte di quelle centrali mentre il Sud risentirebbe di un maggiore respiro anticiclonico caratterizzato da temperature sempre molto miti. Lunedì infine la saccatura ancora in auge sull’Europa centrale potrebbe rinnovare una marca instabilità sulle regioni del Nord e parte del Centro mentre altrove prevarrebbe l’anticiclone. Dunque questa la tendenza nelle sue linee generali, Nord e parte del Centro con piogge anche abbondanti durante tutto il ponte festivo mentre il Sud eccetto forse qualche disturbo tra Campania, Molise e Puglia settentrionale non dovrebbe avere problemi. Il clima subirebbe un raffreddamento al Centro Nord mentre le temperature salirebbero anche oltre la media al Sud. Ancora una volta ci sarebbero venti forti ciclonici su quasi tutte le regioni. Seguite i prossimi aggiornamenti, fondamentali per capire i dettagli di questo peggioramento.

Rimani aggiornato sulle notizie di cronaca meteo, previsionali, climatiche in Italia e nel mondo consultando il nostro giornale >> News.


Segui @3BMeteo su Twitter


Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *