Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Meteo: Neve d’Aprile in arrivo, non è la prima volta. Ma c’è un motivo per cui potrebbe essere eccezionale

La neve è pronta a tornare sull'arco alpinoLa neve è pronta a tornare sull’arco alpinoCi attende una fase piuttosto fredda ed instabile al Centro-Nord dove, specie dalla giornata di Sabato 23 Aprile, le condizioni meteo sono destinate a peggiorare con il ritorno pure della neve. Si tratta sicuramente di un evento raro, ma non è la prima volta che i fiocchi tornano ad imbiancare le nostre montagne nel bel mezzo della Primavera e l’evento potrebbe essere davvero eccezionale.

Neve in Aprile, evento raro ma non troppo – L’episodio che più è rimasto impresso nella memoria degli italiani è quello relativo alla grande nevicata al Nord del 17 Aprile 1991: precipitazioni nevose con accumulo fino al piano dalla Lombardia al Veneto, con 20 cm di accumulo sulla pedemontana Emiliana. Tutto questo fu possibile grazie a una possente irruzione gelida proveniente dal Nord Europa, che determinò la formazione di un minimo barico sul Mar Tirreno: dopo alcuni giorni di gelo fuori stagione, la neve arrivò a coprire ampie porzioni della Pianura Padana.
Aprile 2003, tanta neve al Centro Sud – Più recentemente, un evento degno di nota fu la grande parentesi nevosa che si verificò nei primi giorni del mese: una forte irruzione gelida da Nordest colpì la Penisola, favorendo nevicate fino a bassa quota su tutto il versante Adriatico.
Tantissima neve e gelo colpirono l’Appennino centrale, sul Gran Sasso imperversarono bufere di neve facendo crollare la temperatura a Campo Imperatore fino a -14 gradi.
Numerose località dell’Appennino Marchigiano fecero registrare accumuli nevosi anche di 20-30 cm.

Previsione prossimi giorni. Gli ultimi aggiornamenti meteo hanno confermato l’arrivo di una vasta depressione in discesa dal Nord Atlantico che si avvicinerà al nostro Paese dando il via ad una fase di maltempo sulle regioni centro-settentrionali.

Complice il calo delle temperature, favorito dall’aria fredda in ingresso, nel corso di Sabato 23 Aprile ci aspettiamo abbondanti nevicate sui rilievi, dapprima su Piemonte e Valle d’Aosta, con fiocchi inizialmente a partire dai 1600 metri di quota, ma poi in rapido calo col passare delle ore, fin verso i 1200 metri. Località come Cervinia o Sestriere sono pronte a fare il pieno di neve con accumuli a fine evento che potrebbero essere anche superiori ai 15/20 cm. Attese nevicate copiose anche tra Lombardia e Trentino Alto Adige oltre i 1300 metri di quota come non è quasi mai accaduto praticamente per tutto l’Inverno. Successivamente, specie dalla notte e nel corso della giornata di Domenica 24, la neve raggiungerà anche l’arco alpino orientale, con fiocchi a partire dai 1500 metri circa.

Dando infine uno sguardo a Lunedì 25 Aprile, Festa della Liberazione, qualche residua nevicata potrebbe interessare nuovamente le montagne di confine tra l’alto Piemonte, la Valtellina e l’Alto Adige a quote tuttavia più elevate, superiori ai 1600 metri.
In ogni caso ci attende un evento nevoso di tutto rispetto per essere alla fine di Aprile: un’ottima notizia per i nostri ghiacciai e per l’ambiente in generale dopo questi lunghi mesi siccitosi con pochissime precipitazioni.

Neve in arrivo sull'arco alpinoNeve in arrivo sull’arco alpino

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *