Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Meteo, le previsioni di sabato 3 e domenica 4 ottobre

Nel primo weekend di ottobre buona parte dell’Italia sarà interessata dal maltempo anche con il ritorno della neve sulle Alpi. Due intense perturbazioni atlantiche raggiungeranno il nostro Paese tra sabato e domenica. Farà eccezione l’estremo Sud dove resisterà un clima da fine estate con temperature anche superiori ai 30 gradi

Un profondo ciclone collocato tra Inghilterra e Francia sta pilotando diverse perturbazioni verso il nostro Paese. (Forte maltempo al Nord: frane e allagamenti, l’ultimo aggiornamento). I fronti perturbati sono sospinti da intensi venti sciroccali che renderanno i mari agitati e che favoriranno anche un rialzo delle temperature notturne al Nord e di quelle diurne al Centro Sud (oltre i 30 gradi in Puglia).

Le previsioni di sabato 3 ottobre

Dopo aver interessato violentemente il Nord Ovest (Frane in Liguria. LE FOTO), le piogge si sposteranno sul Triveneto e la Romagna. E’ stata diramata un’allerta rossa, la più alta della categoria per il Veneto a causa delle piogge e dell’acqua alta nella laguna veneziana con picco di 130 cm a metà giornata. Tempo in brusco peggioramento anche al Centro con piogge e temporali sull’area tirrenica in estensione fino alle Marche. Al Sud le piogge bagneranno solamente l’alta Campania. Sulle altre zone è previsto tempo soleggiato o con cieli velati.

Le previsioni di domenica 4 ottobre

In giornata è previsto l’arrivo di una nuova perturbazione al Nord con un vistoso peggioramento entro sera. Le piogge si concentreranno sul Levante ligure, media e alta Toscana, Emilia e Veneto. Neve sulle Alpi a partire dai 1600 metri di quota. Qualche pioggia anche è prevista anche sul Lazio. Altrove (soprattutto al Meridione) il tempo sarà più stabile e soleggiato. Temperature in lieve calo, più marcato al Sud.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *