Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Mercedes Classe T: la prova del multispazio premium diesel

Il multispazio Mercedes si rivolge a una clientela dinamica ed esigente offrendo spazio, versatilità e praticità di utilizzo. Ottimi i consumi e buone le prestazioni con il motore 1.5 litri 116 Cv a gasolio. Prezzi da 26.450 euro

Tommaso Marcoli

Sebbene rappresentino una percentuale più che trascurabile del mercato, i multispazio sono l’unica categoria di automobili che possa soddisfare appieno le esigenze di spazio e versatilità. Dedicati a pochi, dunque, ma piuttosto esigenti e con alcuni nuovi modelli arrivati nelle concessionarie negli ultimi mesi. Mercedes ha sviluppato la nuova Classe T: progetto in collaborazione con Renault (la base è la stessa della Kangoo) ma reso più personale da elementi estetici su misura e da una dinamica di guida comunque sofisticata. Motori benzina e gasolio suddivisi in quattro livelli di potenza, ricca dotazione di sistemi di assistenza alla guida e intrattenimento di bordo affidato al ben collaudato Mbux. Prezzi in Italia da 26.450 euro.

Mercedes Classe T: come è fatta

—  

L’aspetto di un multispazio impone certi limiti alla creatività dei designer: si preferisce mantenere un’elevata praticità, una facile accessibilità e un’ampia capacità di carico. Inevitabilmente, dunque, le forme non potranno essere nè troppo audaci nè troppo slanciate. Tuttavia, Classe T riesce a trasferire parte della personalità Mercedes su linee e forme insolite per il lussuoso marchio di Stoccarda. L’anteriore rimane probabilmente l’elemento estetico più gradevole perché riprende proprio quell’impostazione già vista su altri veicoli di serie. La calandra e i gruppi ottici hanno un disegno che, nonostante sia stato adattato a una superificie ben diversa, non tradisce l’appartenenza alla gamma Mercedes. Anche la componente tecnologica non è stata trascurata con un’importante novità riguarda il sistema di intrattenimento di bordo. Lo schermo da 7″ permette di visualizzare i contenuti Mbux: cambia il supporto hardware (per dimensioni e impostazioni ben diverso dal resto delle Mercedes) ma non software. Si possono quindi sfruttare le buone funzioni di connettività, le ottime indicazioni per la navigazione e la piena compatibilità con Apple Car Play e Android Auto. L’organizzazione dello spazio si allontana dalle proposte recenti proponendo uno stile più sobrio senza comunque trascurare ergonomia di utilizzo e razionalità (sono davvero numerosi i vani “svuota tasca”). Il quadro strumenti rimane analogico.

Mercedes Classe T: come va

—  

Il motore che, con ogni probabilità, risponderà meglio alle richieste della clientela italiana, è il 1.5 turbo diesel nella versione da 116 Cv. Con cambio automatico a sette rapporti. Scegliendo questa configurazione, si ottengono prestazioni realmente brillanti a fronte di consumi piuttosto contenuti. Nel corso dell’anteprima sono stati percorsi un centinaio di chilometri su strade miste, con un valore medio registrato intorno ai 5.0 l/100 km, per una perrcorrenza media di 20 km/l. Un buon risultato considerando segmento e categoria di veicolo. La struttura è solida, le sospensioni ben calibrate per assorbire efficacemente le asperità dell’asfalto e il cambio automatico a sette rapporti molto efficiente nell’innestare e nello scalare le marce al momento giusto senza sgradevoli strattoni. La sensazione è che Mercedes sia intervenuta per distinguere Classe T da un semplice progetto di collaborazione, avvicinandolo a una dimensione di guida più sofisticata e riuscita. Si conduce con buona precisione, senza impegno e dimostrando grande agilità e buona maneggevolezza. Qualità che si rivelano molto utili su di un multispazio destinato ad utilizzi intensi e molto vari. I 116 Cv sono di supporto in ripartenza, in sorpasso, rendono la marcia fluida ed elastica. D’altronde il motore 1.5 litri diesel è un progetto ormai molto ben collaudato (e disponibile anche nella versione da 95 Cv) che ha trovato già numerose applicazioni che si sono distinte per l’alto livello di efficienza raggiunto a fronte di prestazioni più che accettabili. In alternativa si può scegliere il milletre benzina da 92 o 130 Cv, anche in questo caso il cambio automatico è un’opzione.

Giudizio

—  

Piace: ottima versatilità e praticità di utilizzo; il motore 1.5 litri diesel da 116 Cv è brillante e assicura bassi consumi; l’intrattenimento su base Mbux è un valido contenuto tecnologico.

Non piace: alcuni dettagli degli interni sono realizzati con plastiche rigide; il supporto software Mbux è un valore aggiunto ma lo schermo da 7″ al centro della plancia è piccolo.

Mercedes Classe T 180d: scheda tecnica

—  

Motorizzazione: cilindrata 1.461 cc, n° cilindri 4 in linea; potenza 116 Cv; coppia 270 Nm; cambio automatico doppia frizione sette rapporti; trazione anteriore.

Dimensioni: lunghezza 4.498 mm; altezza 1.811 mm; larghezza 1.859 mm; passo 2.716 mm; peso 1.822 kg; capacità di carico 520 litri.

Prestazioni: accelerazione 0-100 km/h in 13,2 secondi; velocità massima 177 km/h.

Consumi: 5,5 l/100 km (Wltp).

Emissioni: 144g Co2/km (Wltp).

Prezzo: da 26.450 euro. 

Fonte: gazzetta.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *