Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Mercato auto: c’è un segnale di forte cambiamento

Nuovo focus sulle immatricolazioni per quanto riguarda il settore automotive in Italia, che nel mese di marzo 2021 segna un buon balzo in avanti rispetto allo stesso mese dello scorso anno, nonostante la situazione sia ancora in negativo paragonata al 2019.

In particolare possiamo dire, secondo i dati del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, che le immatricolazioni in tutto sono state 169.684, registrando un ottimo +497,2% rispetto a marzo 2020, momento di crisi totale e lockdown dovuto alla prima ondata di Coronavirus. Confrontando i dati con quelli di marzo 2019, dobbiamo invece dire che le vendite sono in calo del 12,7%.

Da gennaio a marzo 2021 le immatricolazioni in tutto sono state 446.978, in crescita del 28,7% rispetto allo stesso trimestre del 2020, nonostante l’inizio non sia stato ottimo. Il mercato auto è chiaramente ancora in negativo, nonostante la tendenza rispetto alla chiusura dell’anno scorso e all’apertura del 2021 sia sensibilmente migliore.

Nel 2020 si è registrato un calo molto importante, del 27%, con perdite molto severe soprattutto tra marzo e maggio. Oggi vediamo almeno il primo segnale positivo per un mercato che chiaramente rimane fragile, ma che viene supportato quantomeno dagli incentivi che favoriscono l’acquisto di auto elettriche e ibride plug-in, ma premiano anche chi decide di comprare nuove macchine a motorizzazione termica, full e mild hybrid con emissioni di CO2 comprese tra 61 e 135 g/km.

Concentriamoci infine sulle varie tipologie di alimentazione, ed è qui che vediamo la svolta. Sottolineiamo infatti il salto avvenuto tra il 2019 e il 2021: due anni fa le auto elettriche e ibride plug-in erano a livelli molto bassi e le motorizzazioni ‘classiche’ invece continuavano ad essere la certezza, il punto fermo del mercato. Analizzando invece la situazione di oggi possiamo dire che a marzo 2021 le immatricolazioni di auto a benzina sono state 53.072, il 33,9% in meno, quelle di auto diesel 41.775, il 52,7% in meno, quelle di auto a GPL 10.503, il 18,5% in meno. Sono in rialzo invece le vetture a metano con 4.374 immatricolazioni, il 59,2% in più. Le immatricolazioni di auto ibride sono salite del 367,4%, +1.580,9% per le plug-in e +1.083,6% per le elettriche, vero cambio di rotta per il mercato auto, concentrato oggi più che mai sulle alimentazioni del futuro.

Fonte: motori.virgilio.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *