Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Menù di Capodanno: ecco 5 ricette, 5 secondi. Piatti di carne, pesce e vegetariani per il cenone e il

Menù di Capodanno: 5 ricette, 5 secondi da preparare per soddisfare tutti i palati. Piatti di carne, pesce e vegetariani per il pranzo e il cenone.

Siete ancora indecisi su cosa preparare per il pranzo o il cenone di Capodanno 2022? I vostri ospiti hanno gusti molto diversi tra loro e volete impegnarvi per soddisfare le esigenze di tutti, vegetariani compresi? Ecco 5 ricette di secondi piatti che fanno al caso vostro.

Calamari ripieni e piselli

INGREDIENTI
(per 4 persone)

calamari 4
aglio 2 spicchi
piselli 300 g
pomodoro
cipolla 2
prezzemolo
pan carrè 4 fette
olio evo
noce moscata
sale, pepe

Pulite i calamari nel seguente modo: separate la sacca dai tentacoli, tagliate quest’ultimi all’altezza degli occhi e sminuzzateli finemente mettendoli da parte. Poi tritate aglio, cipolla e prezzemolo e grattugiate il pan carrè. In una padella inserite i tentacoli sminuzzati insieme all’aglio, alla cipolla e al prezzemolo e aggiungeteci un pò di noce moscata. Mescolerete per un paio di minuti al massimo, poi verserete il preparato in un piatto per farlo intiepidire. A questo punto lo potrete inserire nelle sacche dei calamari fermandovi fino a quasi il bordo e vi aiuterete con degli stecchini per chiuderli. A questo punto potete cuocere i calamari in padella con il resto della cipolla tritata, i piselli surgelati ed un pò di pomodoro (ma chi preferisce può anche non usarlo) per insaporire per circa 15 minuti insaporendo ancora con il prezzemolo, sale, pepe e la noce moscata grattugiata. Ne verrà fuori un piatto ricco, abbondante e succulento da gustare.

Ricciola al forno

INGREDIENTI
(per 4 persone)

ricciola 1kg
olio evo 6 cucchiai
olive nere 100 g
cipolla 1
capperi 1 cucchiaio
origano
erbe aromatiche (timo, alloro)
prezzemolo
vino bianco
sale, pepe

Fate appassire la cipolla tritata in una teglia con l’olio, i capperi, le olive, il prezzemolo tritato, un pizzico di origano, erbe aromatiche (timo, alloro) sale e pepe e lasciate addensare brevemente. Adagiate quindi la ricciola (o intera, o se preferite in tranci), insaporite ancora con poco sale e cuocete in forno caldo rigirando il pesce a metà cottura e spruzzando con poco vino bianco. Come contorno potete preparare a parte delle patate sempre al forno con dei pomodorini e delle olive o, se preferite, con delle patate da inserire direttamente nella teglia insieme alla ricciola.

Rotolo di tacchino

INGREDIENTI
(per 4 persone)

fesa di tacchino 500 g (una fetta sola spessa)
una frittata (preparata con 2 uova, ricotta 100 g, 2 cucchiai di parmigiano grattugiato, prezzemolo, sale e pepe)
prosciutto cotto 2 fette
aglio, rosmarino, alloro
burro 40 g
vino bianco
cipolla 1
10 noci tritate
panna liquida
brodo di dado (un bicchiere)
sale, pepe

Battere bene la fesa di tacchino avendo cura di non romperla, metteteci sopra le fette di prosciutto, un trito di aglio, rosmarino e alloro, sape e pepe e coprite con la frittata. A questo punto potete arrotolare e cucire le aperture in modo tale che non fuoriesca il ripieno. Inserite la fesa in una pentola a pressione facendo rosolare il rotolo nel burro e una volta terminata la rosolatura aggiungete la cipolla e il vino facendo evaporare. Unite con le noci tritate ed il brodo di dado e cuocete per 30 minuti circa. Terminata la cottura potete aggiungere la panna, lasciare addensare e una volta messo a riposo potete tagliare il rotolo a fette e servire.

Lenticchie e cotechino

INGREDIENTI
(per 4 persone)

lenticchie 300 g
alloro
cipolla
carote 150 g
sale, pepe
timo
olio evo
salsa di pomodoro q.b.

Mettete a bagno le lenticchie la sera prima in un recipiente con un litro d’acqua circa. Al momento della preparazione portatele ad ebollizione nell’acqua e aggiungete una foglia di alloro, la cipolla tritata e un cucchiaio di sale. Fate cuocere la lenticchia per un’ora circa. A parte fate rosolare ancora della cipolla unita alle carote e insaporite con del timo e un pizzico di sale e della salsa di pomodoro. Fate cuocere per 10 minuti circa e poi aggiungete le carote alle lenticchie. Continuate la cottura fino a quando l’acqua non si sarà asciugata e il piatto sarà pronto da servire insieme al cotechino. Quest’ultimo lo potete anche comprare precotto e prepararlo secondo le istruzioni che trovate nella scatola del prodotto. In genere va inserito e fatto bollire in abbondante acqua calda e lasciato nel suo sacchetto sottovuoto per 30-40 minuti circa. Una volta terminata la cottura, il sacchetto va tolto dall’acqua e aperto con delle forbici, per eliminare il grasso residuo. Dovete prestare molta attenzione perché il sacchetto sarà bollente e una volta aperto sprigionerà molto vapore. Il cotechino a questo punto va spellato e tagliato a fette e inserito nella teglia insieme alle lenticchie.

Involtini di verza

INGREDIENTI
(per 4 persone)

verza 1
avanzi di carne o salsiccia
un pane raffermo (ammollato nel latte e strizzato)
prezzemolo tritato
uovo 1
brodo
olio evo
parmigiano grattugiato
burro

Staccare dalla verza le foglie e sbollentarle per qualche minuto in acqua bollente salata; estrarle e porle ad asciugare su un panno pulito eliminando la costa finale più dura. Tritare gli avanzi di carne e/o salsiccia, unire il panino strizzato, il prezzemolo, il formaggio grattugiato, l’uovo e il sale. Disporre un po’ di questo composto sulle foglie di verza arrotolandole e chiudendole con uno stuzzicadenti. Mettere in una padella un po’ di burro e di olio, disporre i rotolini di verza e bagnarli con un mestolo di brodo. Coprire la padella e cuocere a fuoco basso per mezz’ora circa. Una volta pronti si possono presentare a tavola anche con del sugo di pomodoro fresco sopra e del parmigiano.

Ovviamente per chi non è amante della carne si possono mangiare gli involtini di verza così come sono magari aumentando il ripieno di pangrattato.

© Riproduzione riservata

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *