Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Meghan Markle e Harry, il giudizio di William che li condanna

Non c’è fine nella faida tra William, Harry e Meghan Markle. Il Duca di Cambridge infatti avrebbe disapprovato il comportamento del fratello e della cognata, soprattutto dopo la nascita del piccolo Archie.

A rivelarlo è Robert Lacey, autore di un nuovo libro-scandalo che metterebbe in luce i veri motivi del contrasto, che appare a questo punto insanabile, tra William e Harry. Secondo Lacey il futuro Re di Inghilterra non poteva che condannare il modo in cui i Sussex stavano agendo e questo in nome della Monarchia nei confronti della quale aveva e ha l’obbligo di proteggere da ogni elemento destabilizzante. E l’atteggiamento di Harry e Meghan è apparso fin da subito pericoloso per la tenuta della Corte.

Stando a Lacey, le tensioni tra William e Harry sono nate dal fidanzamento con Meghan Markle. Il Duca di Cambridge non approvava il matrimonio del fratello con un’attrice americana che conosceva molto poco. Dopo le nozze, però sono cominciati i veri problemi. Infatti, mentre per William e Kate Middleton la strada era già tracciata all’interno della Monarchia, i Sussex dovevano trovare un loro ruolo nella Famiglia Reale, di sicuro però subalterno rispetto ai Cambridge. Harry di fatto è sempre vissuto all’ombra del fratello e poi anche di Kate, ruolo però che Meghan fin da subito si è rifiutata di recitare.

Lady Markle a Corte non intendeva fare la comparsa, voleva essere la protagonista. Ma protocolli, rigide gerarchie e titoli glielo hanno impedito. La sua era una lotta contro i mulini a vento e una battaglia già persa prima di iniziarla. La sua voglia di cambiamento e soprattutto la sua volontà di emergere l’hanno resa ben presto invisa a Palazzo. E l’accanimento dei media ha fatto il resto. L’insofferenza dei Sussex alle regole di Corte, il desiderio di distinguersi e di cambiare la “vecchia” Monarchia ha aperto fratture insanabili. A quel punto William non poteva più stare a guardare.

Robert Lacey spiega nel suo libro, Battle of Brothers: William, Harry and the Inside Story of a Family in Tumult, che il Duca di Cambridge è stato educato fin da piccolo a proteggere la Monarchia e per tanto non ha esitato a riprendere Harry e Meghan. William non era disposto a fare eccezioni nemmeno per il fratello. L’autore paragona il primogenito di Carlo a un buttafuori che fa di tutto per proteggere il suo “club reale”. “Il Principe non era disposto a permettere a nessuno – e certamente non a suo fratello e alla sua celebre moglie americana – di minacciare la preziosa eredità che gli era stata affidata da sua nonna”, scrive Lacey nel suo libro.

L’autore cita poi un’intervista del 2011 di William in cui spiega il suo ruolo all’interno della Monarchia e parlando di Elisabetta: “A lei non interessa la celebrità. Non è di questo che parla la Monarchia. Si tratta di fare il proprio dovere, come direbbe la Regina”.

dilei.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *