Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Maturità 2021, Bianchi: “Sciocchezza dire che quest’anno non ci sarà lo scritto”


Di Fabrizio De Angelis

“E’ una sciocchezza dire che all’esame di maturità quest’anno non c’è lo scritto”. Così il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, a “I giovani nel cuore dell’Europa”, a proposito dell’esame di Stato per la secondaria, che quest’anno prevede solo il maxiorale.

Abbiamo chiesto alle scuole di fare un elaborato per sviluppare un pensiero articolato,complesso. Valuteremo poi come va quest’anno“, ha detto il ministro, come

Sto sentendo tanti ragazzi e i temi che propongono, stanno facendo un lavoro straordinario che permette di valutare i 5 anni“, aggiunge il Ministro.

La maturità non è un test, bisogna verificare e avere il diritto di essere valutati, per capire se si è maturati. La maturità è un passaggio per entrare in una giovinezza sempre più matura e adulta“.

Non è infatti la prima volta che il Ministro si sofferma su questo tema: “Guardiamo, vediamo come va, sto avendo riscontri positivi dai ragazzi, avere tempo per articolare un pensiero complesso, questa è la maturità. È una maturità che prepara all’università, al lavoro e ad altre possibilità di crescita”, ha detto Bianchi nei giorni scorsi.

“Spero che l’anno prossimo si possa tornare a fare anche gli esami scritti perché più prove ci sono e più lo studente ha la possibilità di essere valutato per quello che è realmente e non per quello che riesce a dimostrare di sé in 30 minuti o un’ora”, ha invece detto il sottosegretario Sasso.

Sulla possibilità di mantenere questa formula anche per il periodo successivo al covid, gli utenti che hanno partecipato al sondaggio di Orizzonte Scuola hanno detto no: su quasi 4800 utenti intervenuti, 2693 persone, dunque il 56%, si è espresso negativamente sul mantenere la struttura attuale, ovvero solo un maxiorale come esame di Stato per la scuola secondaria di secondo grado. I favorevoli a protrarre la versione covid dell’esame di maturità anche in futuro, tuttavia, a ben vedere sono stati molti: 2060 utenti complessivi, ovvero il 43% del totale.


Pubblicato in Politica scolastica

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *