Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Matteo s’inchina a Nole: “Match impressionante, non sono riuscito a tenere il suo livello”

Berrettini dopo il match: “Dopo il primo set chiunque avrebbe sentito la stanchezza, lui ha preso energia. L’obiettivo è essere pronto per la prossima sfida”

Ha lottato e ha vinto un set, poi ha dovuto arrendersi al numero 1 del mondo: Matteo Berrettini rende omaggio a Novak Djokovic e dopo la sconfitta in 4 set – 5-7 6-2 6-2 6-3 – spiega: “Non ho mai provato qualcosa di simile. Due anni fa con Nadal fu diverso, anche perché essendo in semifinale ero più stanco. Oggi stavo bene, ma non sono riuscito a tenere il livello di Djokovic per tutta la partita. Ho giocato bene, ma oggi si è visto perché è il più forte al mondo: non importa come stai giocando, lui fa semplicemente meglio’’. Per quanto potessi giocare bene, lui ha continuato ad alzare il livello e ha fatto meglio. Ha meritato la vittoria, ho visto le statistiche: fanno impressione”.

La stanchezza

—  

Matteo ha parlato delle speranze dopo il primo set: “Chiunque dopo un primo set dopo quello che abbiamo giocato avrebbe pagato con un po’ di stanchezza. Lui invece ha preso energia da quel set, al momento non c’è molto che io possa fare. Da questa partita imparo molto e l’obiettivo è quello di essere pronto la prossima volta”. Ora si guarda avanti, magari alla prossima sfida con Djokovic che ha fermato il cammino di Berrettini sia al Roland Garros (ai quarti) che a Wimbledon (in finale)… “Parliamo di battere il numero uno al mondo che quest’anno non ha perso un match al meglio dei cinque. In futuro dovrò mantenere l’intensità fisica e mentale del primo set per tutta la partita, ma finora nessuno ci è riuscito”.

Parla Nole

—  

Anche Djokovic ha riconosciuto il valore di Berrettini: “Ho vinto un grande match. Una partita con tanta energia. Matteo è un giocatore formidabile. Quando ho perso il primo set, sono riuscito a dimenticarlo, a ritrovare la calma. All’inizio del secondo ho portato il mio tennis a un livello diverso. Sono stati i tre set migliori che ho giocato all’inizio del torneo. Matteo ha davvero uno dei migliori servizi del mondo. Bisogna stare davvero attenti con lui. La mia è stata una grande performance”.

Fonte: gazzetta.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *