Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Mancini avvisa i suoi: “La palla non vuole entrare, ma serve più cattiveria”

Il tecnico a caldo: “È stata una partita dominata, abbiamo avuto troppe occasioni per non vincere”. Chiellini positivo: “Ho visto passi avanti, a novembre ci prendiamo la qualificazione”

Roberto Mancini fa fatica a celare la delusione per questa grande occasione mancata con la Svizzera. Il commissario tecnico ha evidenziato la fatica, anche fisica dei suoi a cui, al di là degli errori e delle due occasioni clamorose con Berardi e Jorginho, è mancata un po’ di brillantezza. “È un momento coì – scuote la testa il Mancio dopo la partita -. È un momento in cui la palla non entra, perché abbiamo avuto troppe occasioni per non vincere”.

Sul rigore sbagliato da Jorginho e le occasioni sprecate non vuole girare il coltello nella piaga però avverte i suoi: “Dobbiamo essere più cattivi e precisi – ha detto -. Abbiamo domintao, una partita dominata non si può non vincere. Anche nel secondo tempo, la squadra ha giocato bene, è mancato il gol”. Ora sarà decisivo il ritorno con la Svizzera a novembre, dove forse ci saranno dei cambi: “Sì è possibile, perché i ragazzi sono stanchi”. E a chi gli chiede se sia arrabbiato con i suoi, risponde sereno: “Ma no, non mi arrabbio. Certamente brucia aver perso un’occasione, come è successo giovedì scorso”.

Chiellini tranquillo

—  

Giorgio Chiellini vede il bicchiere mezzo pieno: “Abbiamo fatto una grande partita – analizza il capitano -. A livello agonistico e tecnico è stata sicuramente tra le migliori. peccato sia mancato quel pizzico per fare gol. Dobbiamo tirare fuori quello che ci manca il più presto possibile”. mercoledì l’impegno con la Lituania, poi la Nations Leaugue e a novembre il decisivo ritorno con gli svizzeri: “Dobbiamo pensare una partita alla volta. Io sono contento perché anche senza aver vinto ho visto grossi passi avanti rispetto alla partita di giovedì. Ho rivisto la squadra che avevamo lasciato, pensiamo a mercoledì, poi la Nations e a novembre ci prendiamo la qualificazione”. Parola di capitano.

Fonte: gazzetta.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *