Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Maltempo Roma, le previsioni: in arrivo giorni di temporali e vento. Temperature giù (ma niente neve)

Pioggia (parecchia), vento fortissimo e temperature basse. Ma niente neve, almeno a Roma. Nei prossimi giorni è emergenza maltempo nel Lazio, tanto che la Protezione civile ha emesso un’allerta meteo gialla dalle prime ore di lunedì 16 e per le successive 24-36 ore. «Sono previsti venti da forti a burrasca dai quadranti occidentali, con rinforzi fino a burrasca forte sui crinali appenninici e localmente su quelli litoranei. Mareggiate lungo le coste esposte», spiega la Protezione civile del Lazio. «Il Centro funzionale regionale ha effettuato la valutazione dei livelli di allerta/criticità e ha pertanto inoltrato un bollettino con allerta gialla per vento su tutte le zone di allerta – continua – La sala operativa permanente della Regione Lazio ha diramato l’allertamento del sistema di protezione civile regionale e invitato tutte le strutture ad adottare tutti gli adempimenti di competenza. Si ricorda, infine, che per ogni emergenza la popolazione potrà fare riferimento alle strutture comunali di Protezione civile alle quali la Sala operativa regionale garantirà costante supporto». Per quanto riguarda le precipitazioni, cominceranno nella serata di lunedì e si concentreranno spiecialmente tra martedì, mercoledì e giovedì. Per rivedere un po’ di sereno bisognerà attendere venerdì. 

Freddo polare, svolta meteo da domani: pioggia e neve (prima al Nord e poi al Sud), ecco le previsioni

Vento forte in arrivo in sette regioni

Una perturbazione di origine nord-atlantica, in arrivo oggi sulle regioni settentrionali italiane, porterà nei prossimi giorni condizioni di spiccato maltempo sul Paese. L’intensa perturbazione sarà preceduta e accompagnata da un marcato rinforzo della ventilazione dai quadranti occidentali che interesseranno, progressivamente, tutto il Centro-Sud e parte del Nord. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. 

L’avviso prevede dalle prime ore di domani, lunedì 16 gennaio, venti da forti a burrasca dai quadranti occidentali su Liguria, Emilia-Romagna e Toscana, in estensione a Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise e Puglia, con rinforzi fino a burrasca forte lungo i crinali appenninici e localmente su quelli litoranei, con associate forti mareggiate lungo le coste esposte. Sulla base dei fenomeni meteo previsti, inoltre, è stata valutata per domani, lunedì 16 gennaio, allerta gialla su alcuni settori di Emilia-Romagna, Toscana, Umbria, Abruzzo, Molise, Basilicata e Calabria.

Neve non a Roma (ma torna sull’Appennino)

Le temperature saranno più basse, sì, ma chi aspetta la Roma a neve resterà deluso. «Tornerà in Appennino dopo essere comparsa tra l’8 e il 9 gennaio – ha spiegato al Messaggero la metereologa Franca Mangianti -. Da lunedì si assisterà a un abbassamento delle temperature con pioggia e neve in montagna, a quota 800-1000 metri. Il problema è che abbiamo avuto un inverno mite, con 15 e 16 gradi. Quindi quando arriverà questa perturbazione la prossima settimana ci sembrerà molto freddo». Niente neve però, perché per vedere fiocchi bianchi sulla Capitale devono verificarsi tre condizioni molto particolari tutte insieme: la temperatura dell’aria prossima allo zero, un’umidità molto elevata e poi una bassa pressione sul golfo di Genova. Non sono condizioni facili da avere contemporaneamente. E non si verificheranno la prossima settimana. 

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *