Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Maltempo, domenica da incubo. Chiusa l’Autobrennero, frane ed esondazioni

Bolzano, 30 agosto 2020 – Trombe d’aria, grandinate, pioggia e frane. L’ondata di maltempo che sta colpendo il Nord Italia ha fatto anche delle vittime: due bambine di 3 e 14 anni morte a Massa Marina, mentre sono riprese le ricerche dell’uomo di 38 anni disperso da ieri, quando è stato travolto dalla piena di un torrente in località Lago Delio, nel Varesotto. E l’allerta meteo rimane alto per pioggia, grandine e frane. Chiusa fino a domani l’Autostrada del Brennero dopo l’esondazione dell’Adige.

image

Alto Adige, calvario controesodo 

Dunque una domenica da dimenticare per il Nord Italia. E si è trasformato in un calvario il controesodo dei vacanzieri di rientro dalle montagne dell’Alto Adige, alle prese con diverse esondazioni e smottamenti. In una giornata ‘da tregenda’, migliaia di persone devono fare i conti con pioggia battente che ha causato forti disagi alla circolazione con la chiusura, per esondazione del fiume Adige, sia dell’autostrada A22 del Brennero che della ferrovia del Brennero in Bassa Atesina a sud di Bolzano e nella zona di Chiusa. 

38 anni disperso da ieri pomeriggio in località Lago Delio, a Maccagno con Pino e Veddasca, in provincia di Varese. L’uomo è stato travolto dalla piena di un torrente. Soccorso alpino,Vigili del fuoco e carabinieri sul posto.

Nel Vicentino danni a 150 case ad Arzignano

Sopralluogo stamane del governatore del Veneto Luca Zaia nel vicentino, una delle zone più colpite ieri con una tromba d’aria ad Arzignano ha causato danni a 150 abitazioni e a decine di capannoni industriali e infrastrutture pubbliche. 

image

Nel territorio di Cortina d’Ampezzo (Belluno), chiusa la strada statale 51 “di Alemagna” in entrambe le direzioni, dal km 108 località Fiames, fino all passo Cimabanche al confine con il Trentino Alto Adige. Causa dell’interruzione sono il maltempo e l’esondazione del Landro nel territorio del comune di Dobbiaco ( Bolzano), che ha riversato sulla sede stradale materiale fangoso e detriti.

Bomba d’acqua in provincia di Bergamo

Il maltempo non dà pace alla zona del Cusio, in provincia di Bergamo, che dopo le forti precipitazioni di ieri, poco prima delle 10 di oggi ha dovuto fare i conti con un vero e proprio inferno di acqua, vento e grandine. Una vera bomba d’acqua improvvisa e violentissima, che ha creato problemi su tutta la viabilità della zona: interrotta la provinciale della Vallestrona per piante cadute tra Canova e località Sasso.

a Prato. Stamane una donna è finita nell’Ombrone, all’altezza del Ponte delle Cicogne nel Viale Unione Europea, nel tentativo di recuperare il proprio cane. Fortunatamente una personale specializzato nel soccorso acquatico dei vigili del fuoco è riuscita a recuperare lei e l’animale dalle acque del fiume. A Siena, a causa di vento e piogge intense è crollata nella notte la vela campanaria e una porzione di copertura della chiesa di Sant’Andrea ad Asciano.

image

Piacenza, camper nel Trebbia

Una coppia di Modena ha rischiato di venire trascinata via dalle acque del Trebbia. I due sabato aveva deciso di trascorrere la giornata lungo le rive del fiume a Corte Brugnatella, nel Piacentino con il camper. Nel comune dell’Alta Val Trebbia avevano raggiunto tramite una strada sterrata e un guado un isolotto in mezzo al fiume. Ma non avevano fatto i conti con l’ingrossamento del fiume e sono rimasti intrappolati. A salvarli sono stati i Vigili del Fuoco di Bobbio e Piacenza: li hanno raggiunti con un gommone e li hanno portati a riva.




Nel primo pomeriggio violento nubifragio e una grandinata, con grossi chicchi di ghiaccio, si sono abbattuti su Ancona. La violenza della grandine ha danneggiato anche grondaie, tapparelle, carrozzerie e vetri di alcune auto in sosta. L’ondata di maltempo ha colpito anche buona parte del litorale marchigiano.

image

Rientra allerta in Liguria. Attese mareggiate

Passata la fase temporalesca di sabato mattina e il transito del fronte perturbato durante la notte, le condizioni meteo in Liguria vanno gradualmente migliorando. Arpal (Agenzia regionale politiche attive) ha modificato la chiusura dell’allerta per temporali: l’allerta giallo si concluderà alle 12. Il governatore Giovanni Toti durante il punto sul maltempo: “Resta uno strascico legato al vento” che girerà da Scirocco a Libeccio provocando un aumento delle onde: “Ci attendiamo un picco di onda” nel tardo pomeriggio. Attese in serata intense mareggiate

image

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *