Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Maltempo a Nordest, fiumi a rischio in Veneto, allerta arancione in Friuli e forti nevicate in Trentino

Meteo a Nordest: per domani – 22 novembre – è previsto in Veneto tempo perturbato con precipitazioni diffuse, nevicate sui monti e acqua alta eccezionale a Venezia, ancora più grave la situazione in Friuli VG con un’allerta arancione e infine rischio meteo anche in Trentino per le forti nevicate.

Veneto

Il Centro funzionale decentrato della Protezione civile regionale sottolinea che per tre bacini è stato dichiarato il preallarme per criticità idrogeologica.  Nella serata di oggi si prevede già nuvolosità in aumento da ovest fino a cielo ovunque coperto, più probabilmente di sera quando ci saranno modeste precipitazioni sparse sulla pianura e locali sui monti; quota neve sulle Prealpi attorno ai 1100/1400 m e sulle Dolomiti attorno ai 700/1000 mt. Le temperature con differenze anche sensibili rispetto a domenica, di pomeriggio saranno in calo e di sera in aumento.

Nella giornata di domani, martedì 22, il tempo sarà in prevalenza perturbato con precipitazioni diffuse a tratti forti, anche a carattere di rovescio, con quantitativi in genere consistenti, localmente abbondanti sulle zone centro-orientali. Marcato rinforzo dei venti inizialmente di Scirocco sul mare, sulla costa e sui rilievi e poi in rotazione da nord o nord-est: saranno a tratti anche forti sia su pianura e costa che sui rilievi, con possibili raffiche anche molto forti. Limite neve in genere intorno ai 1000 m, a tratti e localmente anche più basso in alcune valli dolomitiche e più alto sui rilievi prealpini più esposti.

TRENTINO

 Dalla sera di oggi, 21 novembre, al pomeriggio di domani, martedì 22 novembre, si avranno precipitazioni diffuse a cominciare da ovest, con la quota neve mediamente oltre i mille metri, ma localmente fino a 600/800 metri, specie nelle valli più strette e meno ventilate. Non è escluso che, durante le fasi più intense, neve mista a pioggia possa cadere localmente anche in Valsugana, ma con eventuali accumuli al suolo nulli o molto scarsi. Ô quanto emerge dal bollettino di Meteotrentino. Le precipitazioni sono previste più intense nella mattinata di domani, 22 novembre, e sui settori sudorientali. Entro domani sera, oltre i 1.300 metri circa sono attesi complessivamente tra i 15 e i 30 centimetri di neve sui settori occidentali, tra i 25 e i 40 centimetri sui settori orientali (specie sulle zone della val di Fassa, del Primiero, della bassa Valsugana e di Lavarone-Folgaria) con picchi anche maggiori sulle aree più elevate ed esposte ai flussi umidi. Quantitativi inferiori sono attesi a quote più basse. Durante la mattinata e fino alla sera i venti tenderanno a rinforzare da nord, con possibili raffiche di f”hn in alcune valli. Dalla sera di martedì 22 e nella notte sono probabili schiarite da locali ad ampie, con probabili gelate anche a quote basse. Il rischio di gelate sarà elevato anche nelle due notti successive.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *