Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Maldini: ”Orgoglioso di questo Milan”

Non può che essere orgoglioso del Milan Paolo Maldini.

Il direttore tecnico rossonero lo dice apertamente in una intervista a Dribbling: “Mi rende felice per la maniera di giocare, la sua maniera di essere, il suo coraggio – le parole di Maldini – Tutte cose cose che noi abbiamo chiesto ai nostri giocatori quando sono arrivati qua e quelli che abbiamo trovato quando nell’agosto del 2018 ho accettato questo lavoro”.

“Il segreto? Credere in quello che si fa, nei giocatori, aspettare i giocatori. Questa è una squadra che aveva bisogno di ricostruire una base che con gli anni era cambiata quindi non riusciva a ripartire. Credo che il discorso che abbiamo fatto all’inizio e stato poi proseguito anche l’anno dopo e adesso, dopo i primi 18 mesi, si vedono i primi risultati”.   

Un rapporto forte quello con il Milan, da 66 anni c’è sempre un Maldini. “Questa storia del Milan e della mia famiglia è qualcosa di speciale – dice – Oltre che una lunga appartenenza, abbiamo avuto la fortuna, sia io che mio papà, di aver avuto tanti successi e quindi l’augurio per Daniel che possa avere successi simili”.   

Maldini parla del suo rapporto con Stefano Pioli che, dice,”credo abbia tante caratteristiche di grande allenatore. C’è un rapporto molto aperto, ci diciamo tutto. Anche perché è l’unica maniera per riuscire  ad avere dei risultati”.

E poi il lavoro:”E’ uno dei piccoli  segreti che non sono segreti: lavorare, lavorare forte. Quando si entra dal cancello di Milanello bisogna dimenticare i propri pensieri e concentrarsi esattamente su quello che viene richiesto”.   

Maldini parla di Ibrahimovic (“lui affronta tutto molto di petto e quindi è arrabbiato perché era proprio vicino al rientro però i problemi muscolari credo anche nell’era COVID sono assolutamente una cosa che riguarda tutti”) e della prossima sessione di calciomercato: “Sarà un mercato magari creativo, magari alla ricerca di qualche opportunità, sicuramente non stravolgerà questa squadra che ha dimostrato nel 2020 di poter essere competitiva”.   

Il vice Ibrahimovic tutti lo aspettano in qualche modo: “Noi abbiamo Ibra e abbiamo tante alternative – prosegue Maldini – Le alternative sono Leão, Rebic, Colombo, ha giocato anche Daniel (il figlio) e quindi abbiamo una serie di ragazzi giovani nei quali crediamo, li abbiamo fatti giocare, abbiamo mantenutola parola e siamo primi in classifica. Tutto quello che è successo anche nelle difficoltà ci ha portato a sentirci molto forti dal punto di vista proprio dello spirito non vogliamo andare per forza alla ricerca di qualcosa che non riteniamo necessario”.   

Che calcio sarà dopo la pandemia? “Speriamo innanzi tutto di poter contare sugli spettatori perché forse i giocatori si sono un po’ abituati agli stadi vuoti, ma lo spettacolo è diverso. Non dico deprimente perché si parla comunque di sport, di rivalità, ma manca  il vero succo che è la passione de itifosi”.   

Maldini auspica per l’anno nuovo “un ritorno alla normalità. Per quanto riguarda il mio lavoro e questa squadra il desiderio è di non smettere di sognare. Io sono molto pratico e realistico, però magari i sogni ti permettono di arrivare dove non pensavi di arrivare”.   

Essere nel dream team di France Football è un grande orgoglio? “Quello sì che è un grande orgoglio e sinceramente è una cosa che mi ha fatto molto piacere. Solamente il pensiero di poter avere l’idea di giocare con tutti questi campioni, anche se è impossibile, resta un sogno”.   

Maldini parla poi del rapporto con il figlio Daniel: “È un po’ quello che succedeva quando io era un giocatore e mio papà l’allenatore – dice – Però c’è la massima naturalezza perché il calcio è uno sport, ma lo sport in generale, è molto democratico: sei qui perché vali. Questo deve essere l’insegnamento per Daniel, come lo è stato per me, che lui è qua perché merita di essere qua”.

Fonte: raisport.rai.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *