Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Luminara, torna la magica serata sui lungarni: la guida per viverla al meglio

Ci siamo! Giovedì 16 giugno, vigilia del patrono della città San Ranieri, torna a Pisa la Luminara. Oltre 100.000 lumini a cera, posizionati sulle facciate dei palazzi, illumineranno i due chilometri dei Lungarni, esaltando con il bagliore delle fiammelle le forme architettoniche degli edifici per creare un’atmosfera suggestiva e unica. La serata, che ogni anno richiama a Pisa migliaia di persone, si concluderà come da tradizione alle ore 23.00 con i fuochi d’artificio. Per la città è il tanto atteso ritorno alla normalità, con una edizione ordinaria della Luminara, dopo i due anni di sospensione a causa delle misure di emergenza per il Covid. Nel 2020 e 2021, infatti, erano stati illuminati in modo simbolico solo i palazzi comunali, Gambacorti e Mosca.

IL PROGRAMMA. A partire dalle ore 15.00 entreranno in attività i circa 160 addetti selezionati appositamente, che affiancheranno il personale del Comune e della ditta incaricata, per iniziare, uno ad uno, l’accensione dei 100mila lumini sui Lungarni, compresi tra il Ponte della Cittadella e il Ponte della Fortezza, fino ad arrivare all’ora dell’imbrunire quando, grazie allo spegnimento dell’illuminazione artificiale pubblica e privata, i Lungarni inizieranno ad immergersi nella magica sera di San Ranieri.
Alle ore 23.00, come tradizione, è previsto l’inizio dello spettacolo pirotecnico sui Lungarni, con una serie di spettacolari fuochi d’artificio, per la durata di circa 30 minuti, sparati da 12 piattaforme galleggianti poste sull’Arno.

SPAZIO PER DISABILI. Nei pressi dello scalo dei Renaioli sarà una postazione riservata ai disabili, da circa 15-20 posti, per consentire a tutti di godere appieno dello spettacolo. Le macchine munite di apposito contrassegno potranno essere parcheggiate sul Lungarno Fibonacci (zona Giardino Scotto, ingresso da ponte della Vittoria) entro le ore 21.00.

Misure per la sicurezza

La serata che ogni anno richiama circa decine di migliaia di persone ad affollare i Lungarni richiede ingenti misure di sicurezza. È stato predisposto un piano approvato in sede di Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica che prevede il coinvolgimento degli operatori delle forze dell’ordine, operatori sanitari e Protezione civile e una task force di 140 steward che vigileranno su tutta l’area interessata.

Di seguito, nel dettaglio le misure previste per la serata, in collaborazione con Prefettura e Questura di Pisa.

Postazioni sanitarie: il Piano Sanitario predisposto dal 118 prevede la presenza di 20 ambulanze (messa a disposizione da Croce Rossa Italiana, Misericordia, Pubblica Assistenza) e 14 squadre sanitarie a piedi che, a partire dalle ore 19.00, si sposteranno sui Lungarni, oltre a un posto medico avanzato. Tutte le attività sanitarie saranno coordinate da personale del 118 presente presso il Centro di Coordinamento della Protezione Civile del Comune. I Vigili del Fuoco hanno previsto la dislocazione di 5 mezzi sul territorio e due imbarcazioni in Arno con altrettante squadre per interventi sul fiume.

Primo soccorso: sono state individuate 4 aree di decongestionamento e primo soccorso, in collegamento con le sale operative: piazza Santa Caterina (Nord 1), piazza Dante (Nord 2), piazza Vittorio (Sud 1), piazza San Paolo a Ripa d’Arno (Sud 2).

Vie di fuga: tutte le strade che affacciano sui Lungarni saranno presidiate dal servizio steward e dalle forze dell’ordine, per mantenerle libere da auto, cicli, scooter, occupazioni suolo pubblico, come anche da bancarelle e altre occupazioni. Dalle ore 16.00 di giovedì 16 giugno e fino alle ore 5.00 del giorno successivo, tutte le vie di esodo saranno mantenute libere da qualsiasi manufatto (pedane, sedie, tavoli, ombrelloni, espositori, etc.) posizionato sul suolo pubblico. Sono, quindi, sospese tutte le concessioni di occupazioni di suolo pubblico, ad eccezione delle occupazioni da parte di cantieri edili o stradali.

Niente monopattini e biciclette sui Lungarni: devono essere libere tutte le postazioni di ammassamento di veicoli a noleggio (biciclette e monopattini) posizionate nelle medesime vie di esodo. Le società di noleggio dei veicoli suddetti debbono adoperarsi perché agli stessi sia impedita la circolazione, oltre che nelle strade consuete, anche nell’intera area dei Lungarni tra il ponte della Cittadella ed il ponte della Fortezza e nelle strade limitrofe.

Divieto di vendita bevande in vetro e detenzioni materiali esplodenti: è stata predisposta un’apposita ordinanza sindacale che prevede, a partire dalle ore 18.00 di giovedì 16, fino alle ore 03.00 del giorno successivo (e il 17 giugno negli stessi orari) la vendita, anche per asporto, di bevande in contenitori di vetro o di alluminio; la somministrazione di bevande in contenitori di vetro, salvo che il consumo avvenga all’interno dei pubblici esercizi o nelle aree di pertinenza di questi; la detenzione di bevande in contenitori di vetro o di alluminio nelle strade o piazze pubbliche o aperte al pubblico. Il divieto sarà valido nelle aree interne delimitate dai seguenti perimetri: Lungarni compresi tra ponte della Cittadella e ponte della Fortezza (compresi i ponti intermedi); zona Nord: via Santa Marta, via Edmondo De Amicis, via Angelo Battelli, via di Pratale, via Lucchese, via Contessa Matilde, via Bonanno Pisano, piazza di Terzanaia; zona Sud: via Porta a Mare, via Cesare Battisti, via Alfredo Catalani, via Mascagni, piazza della Stazione, via Filippo Corridoni, via Carlo Cattaneo, via Giuliano da Sangallo, piazza Don Giovanni Minzoni, Lungarno Fibonacci. Ai trasgressori saranno comminate sanzioni da 100,00 fino a 300,00 euro.

Divieto di utilizzo di materiale esplodente: è vietata la detenzione o l’uso di materiali esplodenti, utilizzare fuochi artificiali, razzi, petardi, botti, fumogeni e simili artifici contenenti miscele detonanti, esplodenti, fumogene o irritanti, fatti salvi quelli gestiti dal Comune di Pisa. Ai trasgressori saranno comminate sanzioni da 100,00 fino a 300,00 euro.

Divieto di utilizzo di impianti di amplificazione o diffusione sonora: l’ordinanza sindacale in materia di sicurezza stabilisce anche che, dalle ore 14.00 del giovedì 16 fino alle ore 8.00 del giorno successivo nonché dalle ore 14.00 di venerdì 17 fino alle ore 8.00 del giorno successivo, è vietato collocare all’esterno degli edifici o sulle strade o piazze pubbliche o aperte al pubblico o sulle sponde del fiume Arno, qualsiasi tipo di impianto di amplificazione o di diffusione sonora, fatti salvi quelli installati e gestiti dal Comune di Pisa. Le aree interessate sono i Lungarni compresi tra ponte della Cittadella e ponte della Fortezza, compresi i ponti intermedi; Zona Nord: piazza Garibaldi, Borgo Stretto, via Curtatone e Montanara, piazza delle Vettovaglie, piazza Sant’Omobono, piazza Dante, piazza dei Cavalieri, piazza Cairoli; Zona Sud: piazza XX Settembre, piazza Gambacorti, Corso Italia, piazza San Sepolcro. Ai trasgressori saranno comminate sanzioni da 100,00 fino a 300,00 euro.

Centri di coordinamento: Sono previste due sale operative: presso la Protezione Civile del Comune di Pisa (per gli aspetti legati al soccorso) e presso la Questura (per le attività di ordine e sicurezza). Le diverse funzioni e le diverse sale operative saranno interconnesse tra loro via radio.

Amplificazione e comunicazioni di emergenza: verrà predisposto un servizio di amplificazione di emergenza dedicato ad eventuali comunicazioni necessarie su Corso Italia, Borgo Stretto e Lungarni. In caso di emergenza, la comunicazione passerà anche sulla piattaforma AlertPisa.

Ponte di Mezzo aperto ai pedoni: il Ponte di Mezzo rimarrà aperto per tutta la sera al passaggio pedonale. Saranno riservate, e quindi interdette al transito, solo due corsie laterali, per evitare pressione sulle spallette e consentire l’agevole intervento di personale di servizio e sanitario.

Pulizia durante e dopo la Luminara: durante la sera, dalle ore 20.00 alle 02.00, quattro squadre di operatori Geofor batteranno il centro per pulire le strade interessate dalla manifestazione. Dalle 4 di mattina entreranno in azione 32 operai di Geofor per la pulizia del centro e dei Lungarni, con l’ausilio di 7 spazzatrici e 3 idropulitrici per lavare e sanificare le vie del centro. Dal pomeriggio del giorno successivo nuovo turno per pulire i lungarni dai lumini rimasti dopo lo smontaggio delle biancherie.

Bagni pubblici: nell’area interessata alla manifestazione saranno dislocati 24 bagni chimici, alcuni dei quali accessibili ai diversamente abili. Inoltre saranno aperti fino alle ore 01.00 i bagni pubblici Cobianchi in piazza XX Settembre mentre fino alla Mezzanotte quelli di piazza Sant’Omobono.

Come raggiungere i Lungarni

In auto: per raggiungere il centro si potranno utilizzare i parcheggi scambiatori di via Pietrasantina (500 posti), di Esselunga e i parcheggi su via Matteucci fino all’altezza di Palazzo dei Congressi. Si può anche parcheggiare in via Paparelli (800 posti) da dove per raggiungere il centro bastano pochi minuti a piedi.

Pisa Mover: per chi viene da fuori città, c’è la possibilità di utilizzare i parcheggi scambiatori del Pisa Mover: Il servizio shuttle sarà in funzione fino alle 01.00 del mattino.

Interdizione alla navigazione su fiume Arno: è previsto il divieto di navigazione sul fiume Arno a partire dalle ore 06.00 del 15 giugno fino alle ore 24.00 del 17 giugno tra il Ponte dell’Aurelia ed il Ponte della Fortezza. Un servizio di pattugliamento assicurerà il rispetto del divieto, la sicurezza per l’accensione dei fuochi dalle piattaforme sull’Arno e l’eventuale soccorso nel fiume.

Modifiche al traffico: dalle ore 12.00 del giorno 16 giugno fino alle ore 14.00 del 17 giugno, sospensione degli stalli di sosta permanenti, e istituzione del divieto di sosta con rimozione coatta nelle seguenti vie e piazze: parte Nord: Lungarno Simonelli, piazza Solferino, Lungarno Pacinotti, Lungarno Mediceo, piazza Mazzini, Lungarno Buozzi , da via S. Marta alla discesa Soarta; parte Sud: Lungarno Fibonacci (eccetto veicoli al servizio di persone invalide nel tratto dal Ponte della Vittoria all’Arco, con accesso entro le 21:00 e successiva uscita obbligatoria a fine evento dalla parte del Ponte della Vittoria), Lungarno Galilei, Lungarno Gambacorti, Lungarno Sonnino, via Stampace, via Romiti.

Sempre dalle ore 12.00 di giovedì 16 giugno fino alle ore 05.00 del giorno successivo istituzione del divieto di sosta con rimozione coatta compresi velocipedi nelle seguenti vie e piazze (vie di esodo): via S. Maria (da Lungarno Pacinotti a Via Trento), piazza Carrara (da Lungarno Pacinotti a via S. Niccola), piazza Garibaldi, piazza del Pozzetto, Borgo Stretto, via Dini (da Borgo Stretto a Piazza S. Felice), piazza Cairoli, via Cavour, piazza Mazzini, via Santa Bibbiana (da piazza Mazzini a via del Buschetto), via Bovio, piazza XX Settembre, via di Banchi, Corso Italia, via degli Uffizi, via Toselli (da via Banchi a via degli Uffizi), via S. Antonio (primi 30 metri a partire da Lungarno Gambacorti), piazza Saffi, via Porta a Mare (da Lungarno Sonnino a via C. Fazio), via Oberdan, via Curtatone e Montanara(lato Ovest), piazza S. Sepolcro (parte prospicente Lungarno).

Provvedimenti di modifica alla circolazione (prima fase): dalle ore 14.00 del 16 giugno alle ore 01.00 del 17 giugno, comunque fino a cessate esigenze, istituzione del divieto di transito veicolare, compresi velocipedi anche se condotti a mano, nelle seguenti vie e piazze: parte nord: Lungarno Pacinotti, lasciando la corsia Nord aperta per lo scorrimento in uscita da via S. Maria verso Ponte Solferino; Lungarno Mediceo fino alla piazza Mazzini; Ponte della Fortezza; parte sud: Lungarno Galilei, Lungarno Gambacorti; Inversione del senso di marcia della via Palestro, da via Cavour a via Verdi; Lungarno Simonelli, Lungarno Sonnino, piazza San Paolo a Ripa D’Arno, Lungarno Fibonacci (eccetto veicoli al servizio di persone invalide nel tratto dal Ponte della Vittoria all’Arco entro le 21.00, con successiva uscita obbligatoria a fine evento dalla Parte del Ponte della Vittoria), Ponte della Fortezza, via Romiti; inversione del senso unico di marcia di via Stampace, con nuova direzione via Zerboglio verso via Porta a Mare;

Dalle ore 16.00 del 16 giugno alle ore 07.00 del 17 giugno, comunque fino a cessate esigenze, istituzione del divieto di transito veicolare, compresi velocipedi anche se condotti a mano, nelle seguenti vie e piazze: Lungarno Pacinotti (compresa corsia Nord in uscita da S. Maria), Ponte di Mezzo, piazza Garibaldi, piazza Cairoli, Lungarno Mediceo, piazza Mazzini, Lungarno Galilei, piazza S. Sepolcro, Lungarno Gambacorti;

Provvedimenti di modifica alla circolazione (seconda fase): dalle ore 18:00 del 16 giugno alle ore 01:00 del 17 giugno, comunque fino a cessate esigenze, istituzione del divieto di transito veicolare, compresi velocipedi anche se condotti a mano, nelle seguenti vie e piazze: piazza Solferino, Ponte Solferino; Inversione del il senso di marcia della via Crispi, nel tratto da via S. Paolo a via Lavagna;

Provvedimenti di modifica alla circolazione (vie di esodo): dalle ore 14.00 del 16 giugno alle ore 01.00 del 17 giugno, comunque fino a cessate esigenze, istituzione del divieto di transito veicolare, nelle seguenti vie e piazze: Piazza Carrara (da Lungarno Pacinotti a via S. Niccola), piazza Cairoli, via Cavour, via S. Bibbiana (da piazza Mazzini a via del Buschetto), via Bovio, Corso Italia, via Toselli, via S. Antonio (da via S. Paolo a Lungarno Gambacorti), via Curtatone e Montanara e dalle 16.00 del 16 giugno alle 01.00 del 17 giugno , via S. Maria (da Lungarno Pacinotti a via Trento.

Il ponte della Cittadella rimarrà aperto per l’intera durata della manifestazione.
Le Autolinee Toscane attueranno le opportune variazioni ai percorsi delle linee urbane informando l’utenza ad ogni capolinea e fermata.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *