Viva Italia

Informazione libera e indipendente

“#luinesi”: Alessandro Casali annuncia prerogative e idee per scuola, sport e cultura

Tempo medio di lettura: 4 minuti

“Non mi sono limitato a immaginare e sognare una città dove sport, cultura, scuola fossero solo argomenti su cui disquisire e fare tante ipotesi e immaginare chissà quali complessi scenari”. Esordisce così oggi il candidato sindaco della lista #luinesi, Alessandro Casali, affrontando importanti tempi come scuola, sport e cultura.

“Il discorso a mio avviso è molto semplice e la direzione da seguire è una sola – continua l’attuale vicesindaco -: Luino ha una tradizione culturale e sportiva legata al lago e alla sua favorevole posizione geografica e dobbiamo puntare su questo. Abbiamo la fortuna di vivere in una città che attrae turismo internazionale e turismo di prossimità, ma dobbiamo farci trovare pronti”.

“A partire dalla scuola, la formazione dei nostri ragazzi deve valorizzare lo scambio interculturale e la sensibilizzazione verso il territorio e le sue qualità. Come lo faremo – si chiede Casali? – Vogliamo essere un’amministrazione realmente innovativa per cui metteremo la scuola al centro. Il nostro intento è quello di creare un coordinamento tra l’amministrazione comunale, gli enti pubblici sovracomunali, le associazioni portatrici di interessi, i genitori ed il sistema delle scuole primarie e secondarie (insegnanti e ragazzi)”.

“Saranno attivate azioni volte alla formazione interculturale ed ambientale, anche attraverso la promozione dell’attività dell’amministrazione comunale presso le scuole, con l’obiettivo di coinvolgere i giovani rispetto al funzionamento della “macchina comunale”. Saranno favoriti, in collaborazione con i vari istituti scolastici, gli scambi internazionali (gemellaggi, progetti europei, attività sportive e culturali legate ai percorsi extra didattici), si lavorerà inoltre per favorire la realizzazione dei progetti scolastici legati a teatro, musica, lettura, attività interculturali, e in particolare per progetti specifici dedicati a diversamente abili e di educazione ambientale. Una popolazione giovane che conosce e apprezza il proprio territorio e le proprie tradizioni è una risorsa preziosa e da tutelare, per proiettare Luino nel futuro. La formazione dei giovani non deve prescindere dall’accessibilità alle attività sportive, per tutti”, spiega ancora Casali.

“Quando ci siamo presentati all’inizio di questa campagna elettorale abbiamo ricordato che ‘siamo luinesi’ vuol dire tante cose, siamo giovani, siamo anziani e anche… siamo sportivi – prosegue il candidato sindaco di #luinesi -. Non è retorica è la realtà. Viviamo in un territorio che favorisce la tradizione sportiva in moltissime discipline, pensiamo al ciclismo, al canottaggio, alla vela, agli sport di montagna e ai tanti nuovi sporti acquatici. Supporteremo le associazioni sportive nella loro attività di promozione e diffusione dello sport tra la popolazione giovanile anche favorendo e coordinando l’attività motoria multidisciplinare sulle scuole”.

“Sosterremo ed incentiveremo il turismo sportivo attivo valorizzando le iniziative già operanti e favorendo l’aggregazione con l’obiettivo di proporre un’offerta integrata ai potenziali ospiti: l’amministrazione supporterà in maniera fattiva gli organizzatori di eventi sportivi nazionali ed internazionali. Ne consegue che daremo maggior valore e attenzione ad aree pubbliche da adibire a ‘centro sportivo’ all’aperto a beneficio della comunità. Non perdiamo di vista l’obiettivo principale: lo sport forma, lo sport può attrarre turismo, lo sport è un’altra risorsa preziosa per il futuro di Luino“.

A chi mi chiede cosa intendo fare per la cultura rispondo che abbiamo un programma, che come mi piace ribadire, non è affatto una lista dei sogni e per ogni obiettivo strategico abbiamo messo a punto un piano di azioni concrete e attuabili – dichiara il vicesindaco -. Dalla sicurezza al turismo, dalla istruzione alla sanità, tutto ha avuto una sola priorità: proiettare Luino nel futuro. Per me, questo è già un fare cultura, perché passa dalla formazione di un modo di vedere e di vivere la città, che è più aperto, migliorato nei servizi e più agile nell’amministrazione”.

“Credo che il miglior biglietto da visita di una Città siano la sua sicurezza, l’accessibilità ai servizi, la viabilità sicura e la valorizzazione del patrimonio artistico e paesaggistico – va avanti Casali -. Cultura è rendere vivibile la città per tutti i suoi abitanti e per chi viene da fuori. A Luino vantiamo un’importante tradizione culturale che continueremo a valorizzare e a promuovere, spingendoci al di là dei confini del nostro Comune, stringendo protocolli di collaborazione con realtà culturali nazionali ed internazionali. La cultura senza frontiere è un trampolino di lancio per la Città e ci darà modo di valorizzare ulteriormente sedi prestigiose come la Civica Biblioteca e Palazzo Verbania, che con le sue potenzialità potrebbe costituire il polo aggregante delle iniziative culturali a supporto della promozione di Luino come centro di attività legato a mostre, convegni, spettacoli e incontri. Un segnale importante e concreto che abbiamo messo in programma rispetto a Palazzo Verbania è anche quello di destinarlo a sede della Consulta della Cultura, Scuola e Tempo Libero“.

Molti cittadini luinesi si sono trasferiti all’estero portando con sé competenze e professionalità di tutto rispetto. E’ accaduto il più delle volte per scelta, ma sono certo che una gran parte di essi sia stata obbligata a farlo per trovare nuove opportunità lavorative. Una ricchezza che viene meno al territorio e che abbiamo pensato di valorizzare mettendo in programma progetti ad hoc, per censire e premiare le molte persone, giovani e non giovani, che danno lustro alla nostra terra con le loro ricerche, i loro studi e le loro carriere di alto livello, nell’ambito letterario, teatrale, artistico e scientifico. Seguo la rubrica di ‘LuinoNotizie’ chiamata ‘Luinesi all’estero’ e mi ha colpito molto vedere quanti sono e scoprire quanto si sentano ancora parte di questa Città. Il progetto di valorizzazione e premiazione di quelli che chiamiamo “cervelli di ritorno” è pensato proprio per loro”, conclude il candidato sindaco di #luinesi.

Fonte: luinonotizie.it

Bellina Piazza

Bellina Piazza

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *