Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Luca Danovaro: “Siamo sempre più un’azienda entertainment. Sponsorizzazioni, crescita pari al 14%”

Come si comunica una società di calcio? Quali tasti toccare e come raggiungere il proprio target? Lo ha raccontato a DailyNet Luca Danovaro, Chief Revenue Officer di FC Internazionale. “L’Inter ha creduto fortemente nel percorso di riposizionamento del proprio brand, iniziato nel 2017 con la nascita di Inter Media House e proseguito con la crescita esponenziale dei canali digitali del club, cosa che ci ha messo in connessione con milioni di tifosi in tutto il mondo, l’opening della nuova sede nel distretto di Porta Nuova e il lancio della campagna iconica Not for Everyone – ha spiegato il manager -. Nel marzo 2021 è stata presentata la nuova identità visiva, che esalta i suoi valori fondanti, rafforza il suo legame con la città di Milano, e che parla il linguaggio digitale e globale delle nuove generazioni, rendendo l’Inter icona culturale oltre che sportiva. L’appeal del nostro nuovo brand ci posiziona come moderna e globale entertainment company, aperta a collaborazioni con i marchi più importanti del mondo del fashion, design e dell’innovazione, e ci consente di sviluppare nuovi accordi commerciali. Il lancio del nuovo logo è stato un passo fondamentale nel percorso di sviluppo cominciato circa quattro anni fa e intrapreso con l’obiettivo di rendere il brand sempre più contemporaneo e internazionale. Il nostro core business è stato e rimarrà sempre il calcio, ma con un taglio negli ultimi anni sempre più orientato all’entertainment attraverso contenuti innovativi, dinamici, capaci di dialogare con i vari segmenti di un pubblico sempre più diversificato, internazionale e giovane, abituato a fruire il mondo dello sport e del lifestyle in modo nuovo e diverso rispetto al tifoso più “tradizionale”.

Abbiamo inoltre cambiato il nostro modo di dialogare, con un tone of voice molto più definito e giovane, che ci ha permesso di avvicinarci alle nuove generazioni. Lo spirito innovativo e la ricerca di nuove forme di dialogo hanno portato il club a sfruttare le piattaforme digitali emergenti (primo club in Italia sui canali cinesi) e settori in forte crescita tra i più giovani come quello degli eSports. Il nuovo logo è stata la consacrazione di questo percorso: desideravamo dare all’Inter uno stemma che celebrasse la passione di milioni di fan e l’heritage costruito in 113 anni di storia, e in contemporanea volevamo collegarci agli elementi culturali, di design, di moda di Milano, utilizzando colori e linguaggi più collegati alle generazioni future e provenienti da tutto il mondo. Il valore del brand è cresciuto del 30% (fonte Brand Finance Football 50 2022), nella prima stagione con il nuovo logo”.

Riguardo i nuovi obiettivi social: “Siamo stati tra i primissimi a scegliere piattaforme come i social cinesi, oppure TikTok o a lanciare il nostro podcast. Tutto rientra nella nostra volontà di soddisfare la passione, la curiosità internazionale in modo alternativo. Sul fronte social, siamo cresciuti di oltre il 15% sulla nostra social media fan base, con oltre sette nuovi milioni di fan e un grande exploit del canale TikTok (+173%). I nostri competitor non sono più solo le altre squadre di calcio ma anche le grandi piattaforme di intrattenimento come Netflix o di gaming, perché la relazione con le nuove generazioni si sviluppa attraverso la creazione di contenuti sulle piattaforme più frequentate dai giovani”.

Capitolo sponsor: “Una collaborazione con DigitalBits si concretizzerà nell’opportunità di business per entrambe le parti, con l’integrazione della tecnologia propria del partner all’interno della app dell’Inter. Altro caso, quello di Socios, con cui il Club ha potuto sfruttare la piattaforma per creare un nuovo canale di fan engagement con i nerazzurri di tutto il mondo. La crescita del valore delle sponsorizzazioni è stata pari al 14%. La piattaforma che abbiamo costruito con il nostro posizionamento di brand ci permette di parlare con una audience internazionale e diversificata, dal punto di vista di generazioni e culture diverse. Ed è questo che cercano i nostri partner commerciali per sfruttare con la massima efficacia le potenzialità degli accordi che realizziamo insieme. La strategia si basa sulla realizzazione di attività di marketing mirato alla prossimità, costruito in modo tailor made sul pubblico target nostro e del partner. Il club sta investendo numerose risorse in questo senso. E’ possibile geo-localizzare in tempo reale messaggi e campagne di marketing sui LED a bordocampo durante la partita in differenti regioni del mondo. Proprio sull’andamento delle presenze allo stadio, l’Inter ha sfondato quota 1.2 milione di presenze stagionali, chiuso un anno quasi da record con Inter Club (127k members nel mondo, +23% rispetto alla precedente stagione). A oggi sono quasi 40 mila gli abbonamenti rinnovati.

Con il presidente Steven Zhang abbiamo condiviso da subito la visione, ossia riportare l’Inter a vincere, prima di tutto, per poi abbracciare ogni aspetto del marketing per far crescere il valore di marca. La nostra è una vera e propria piattaforma di intrattenimento. Siamo partiti dalle fondamenta del club, siamo stati internazionali, abbiamo modernizzato i valori, abbracciando l’inclusività. Abbiamo creato una media house. Poi abbiamo creato un abito nuovo, quindi rinnovato il logo, un’identità visiva, moderna, minimalista. Con questo abbiamo cercato di attirare nuovi investitori. E i risultati non si sono fatti attendere”.

Fonte: fcinternews.it

Bellina Piazza

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *