Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Lo sport nazionale in città riparte dal tennis

Sport, impegno sociale e lavoro per trasformare Livorno in una città attrattiva e senza barriere architettoniche. Questo grazie al Torneo nazionale di tennis su sedia a rotelle ‘Inail Città di Livorno’ giunto alla XXVIII edizione, organizzato da Sport Insieme Livorno (Sil), con il contributo di numerosi sponsor tra i quali Inail, i Comuni di Livorno e Cecina, la Provincia di Livorno, Circolo Tennis House Livorno che ospita questa edizione. Il Torneo è rientrato Livorno dopo aver traslocato a Cecina e Rosignano “grazie al…

Sport, impegno sociale e lavoro per trasformare Livorno in una città attrattiva e senza barriere architettoniche. Questo grazie al Torneo nazionale di tennis su sedia a rotelle ‘Inail Città di Livorno’ giunto alla XXVIII edizione, organizzato da Sport Insieme Livorno (Sil), con il contributo di numerosi sponsor tra i quali Inail, i Comuni di Livorno e Cecina, la Provincia di Livorno, Circolo Tennis House Livorno che ospita questa edizione. Il Torneo è rientrato Livorno dopo aver traslocato a Cecina e Rosignano “grazie al gran lavoro fatto e alla disponibilita del sindaco Luca Salvetti. – ha spiegato Gino Baccheretti delegato provinciale della Federazione italiana tennis – Ora bisognerà impegnarsi per richiamara a Livorno anche atleti esteri come in passato”. Il Comune ha fatto sistemare le aree circostanti il Circolo Tennis House e lo stradello sterrato che lo collega ai Tre Ponti rendendolo accessibile a chiunque. Il Circolo Tennis House (presieduto da Andrea Floris) è una struttura all’avanguardia sorta due anni fa accanto al Circolo del Golf. “Il Tennis House Livorno si presta alla perfezione per ospitare il Torneo – commenta il presidente di Sil Claudio Rigolo – e spero possa farlo ancora e diventare sede della scuola di tennis Sil”. Per questa edizione “abbiamo 36 iscritti e al loro seguito contiamo di avere altrettante persone tra accompagnatori e familiari – aggiunge Rigolo – che saranno alloggiati al B&B Parco del Mulino, Max Hotel, al Residence Marilia, Hotel Rex, Gennarino e Universal. Ciò significa portare turismo a Livorno, lonfa vitale per l’economia locale penalizza dal covid”. il Torneo è stato presentato ieri nella sala cerimonie del Municipio con il sindaco Salvetti a fare gli onori di casa. Al fianco di Rigolo c’era Giacomo Perfigli socio di Sil e nuovo direttore del Torneo. A lui è toccato il resoconto tecnico. “Abbiamo 40 iscritti e tra di loro i primi quindici del ranking italiano”. Tra gli atleti di spicco: Ivan Tratter n. 3 in Italia, Giovanni Zeni n. 6, Edgar Andrea Scalvini Lozano n. 7, Manuel Zorzetto n. 8, Daniel Danila n. 9, Paolo Tontodonati n. 12, Luciano Grande n. 11, Pietro D’Imperio n. 13, Dario Benazzi n. 14, Mario Cabras n. 17, Marco Pincella n. 18 e Salvatore Vasta n. 19. Gareggeranno inoltre le donne tra le quali Monica Quassinti pisana atleta Sil. Sulla terra battuta del Tennis House si confronterà anche la categoria quad (con disabilità maggiore). Carmine Cervo direttore Inail Livorno ha concluso la presentazione sottolineando “quanto il Torneo incarni la mission di Inail ovvero garantire il reinserimento delle persone con invalidità nel mondo lavorativo, e sportivo”. Monica Dolciotti

Fonte: iltelegrafolivorno.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *