Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Li Calzi: “Sport, un bando anti-discriminazione”

di Paolo Rosato

Roberta Li Calzi, assessora allo Sport di Palazzo d’Accursio, all’inizio di questa settimana avete fatto un uscito un bando a suo modo rivoluzionario. Di cosa si tratta?

“Abbiamo messo 50mila euro nel bando, un pacchetto di risorse adeguato alle esigenze delle società sportive, che devono prevedere progetti da realizzarsi entro il 31 dicembre. La novità grande è nei criteri di selezione aggiornati”.

Ci spieghi.

“Inseriamo la partecipazione equilibrata nei generi, oltre che un carattere premiale per le realtà che nella loro esperienza pregressa abbiano svolto attività di inclusione e promosso politiche anti-discriminazione. Sono criteri nuovi che vanno a comporre i punteggi, accanto alle caretteristiche più storiche”.

Avete ravvisato la presenza di comportamenti discriminatori all’interno delle realtà sportive bolognesi?

“Assolutamente no. E’ una questione di impostazione, di dove vogliamo portare questa città. Se vogliamo caratterizzare Bologna come la città più inclusiva anche nello sport è doveroso inserire anche nei bandi dei caratterei di premialità. Bologna già fa molto sull’inclusione e sulla lotta a ogni discriminazione, con questo scatto mettiamo un accento in più, rendendo rivoluzionari i bandi. Tante società già si sono mosse su quell’impostazione, Bologna città accogliente anche nello sport”.

All’interno di quest’operazione c’è anche un milione di euro che mettete sulla manutenzione straordinaria degli impianti sportivi. Ce n’è tanto bisogno?

“Abbiamo messo diverse risorse negli stanziamenti di bilancio. Nell’ultima variazione di maggio abbiamo stanziato 1 milione di euro dedicandolo alla manutenzione straordinaria”.

Quali sono i principali impianti sui quali riverserete il finanziamento?

“I primi cantierini sono già cominciati. Abbiamo interventi su cancelli, tubature e anche sui diversi vecchi fari alogeni, puntiamo alla sostituzione con i nuovi fari a led, mossa chiave in questa fase per il risparmio energetico. Passando alle singole strutture, posso nominare la palestra del Centro sportivo Barca, i lavori sono partiti in questi giorni, e la palestra Pizzoli che deve affrontare lavori importanti di ricostruzione. In estate poi ripartono i lavori del palazzetto dell’Arcoveggio, a luglio, e in questi giorni stiamo ultimando diversi playground, mi vengono in mente Fossolo, Pilastro, Cervi”.

E la palestra dello Sterlino?

“Contiamo di partire entro fine anno, c’è una gara pubblica gestita dalla Virtus Ginnastica e un’altra parte dell’intervento a carico del Comune. Si interviene sia sulla palestra grande, sia su quella piccola. Più in generale, è giusto ricordare che con la manutenzione degli impianti cerchiamo di applicare il giusto equilibrio tra diversi quartieri”.

Museo del Basket ancora senza data?

“Abbiamo avuto un ritardo con i materiali causa guerra, per ora non abbiamo certezze”.

Infine, torna lo Sport Day.

“L’ultima volta fu nel 2018, tornerà il 25 settembre 2022, sempre ai Giardini Margherita. Per la prima volta sarà inserito nella settimana europea dello sport”.

Fonte: ilrestodelcarlino.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *