Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Leclerc a Muschio Selvaggio: “Rivorrei i motori V10”

Tempo di lettura: 2 minuti

Charles Leclerc è l’ultimo ospite di Muschio Selvaggio, l’apprezzato podcast di Fedez e Luis Sal. La puntata è stata registrata in occasione dell’invito di Fedez e Luis Sal a Fiorano per girare sulla Formula 1 a tre posti con cui la Scuderia emoziona i suoi ospiti.

In una chiacchierata di poco più di mezz’ora, Leclerc a Muschio Selvaggio ha svelato un lato più giocoso di quello serio e competitivo che conosciamo quando è in Ferrari. Oltre a stare al gioco con alcune battute di Fedez, Leclerc si è lasciato ad alcune considerazioni sul suo ruolo di pilota, sulle sue responsabilità e su cosa cambierebbe nella Formula 1 di oggi.

Leclerc a Muschio Selvaggio: “La pressione mi motiva tantissimo”

A Muschio Selvaggio, Leclerc si è lasciato andare con alcune battute provocatorie di Fedez. Charles è però anche stato molto onesto e serio riguardo alcuni aspetti. Incalzato da Fedez sul peso che l’attenzione mediatica e il suo ormai famoso soprannome, il Predestinato, ha sulla sua vita e sulle sue prestazioni. A me queste pressioni danno una motivazione pazzesca. Quando corro in Italia, vedo la strada dall’hotel e la pista di circa 1 km piena di gente, tutta vestita di rosso. Tutto questo mi carica tantissimo.

“Ma non carica solo me: anche tutto il team, i meccanici, tutti siamo caricati da questo affetto. Io la prendo come motivazione, tutte le aspettative che ci sono sulla Ferrari non fanno altro che caricarmi. C’è la pressione, certo, ma prevale la motivazione.”. Incalzato poi da Luis Sal con una domanda su cosa cambierebbe nella Formula 1 attuale, si è palesato l‘amore tra Charles Leclerc e i V10. “Se potessi cambiare qualcosa, io personalmente cambierei il motore, e lo cambierei con quello che avete provato stamattina. (Per chi non lo sapesse, infatti, la triposto della Ferrari ha un motore 3.0 V10 della Ferrari F2004, ndr).”

Leclerc rivela: “La F1 è sempre più green, ma rivorrei indietro i V10. E non siamo in F1 solo per divertirci”

Cambierei con il motore V10 per il rumore. Sale di giri di più, è più emozionante: mi piace tantissimo il suono.”, continua il pilota Ferrari. “Come performance siamo lì. Dal punto di vista dell’emozione e del rumore, questi qui sono incredibili. La Formula 1 è sempre più green. Da quest’anno abbiamo cambiato le benzine, e quello nel futuro è quello di andare in quella direzione. Sempre, però, mantenendo il DNA della Formula 1, con il motore termico affiancato all’elettrico.”

Leclerc a Muschio Selvaggio ha poi risposto con sincerità ad una domanda di Luis, che gli ha chiesto se per lui guidare una Formula 1 fosse sinonimo di divertimento e gioco. Il monegasco ha risposto con un fare molto serio, spiegando che giocare forse non è la parola giusta.

“Sicuramente ho un sorriso enorme ogni volta che sono in macchina”, ha ammesso Leclerc. “Sono anche consapevole di quanto sono fortunato di essere in questa posizione, è quello che ho sempre sognato di fare. Sono molto felice di essere in quella posizione, però sappiamo che non siamo lì per divertirci.”

Fonte: autoappassionati.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *