Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Lazio, il casting allenatore si allarga. Lunedì l’incontro con Sarri

Anche se in pole per il dopo Inzaghi resta Sinisa, il club sta valutando una lista di nomi di tecnici italiani e stranieri. E fissa un appuntamento con l’ex Juve e Napoli

Si sta allargando il casting per la panchina della Lazio. Anche se in pole per il dopo Inzaghi resta Sinisa Mihajlovic, molto considerato anche per i legami con l’ambiente biancoceleste. Il tecnico serbo farà il punto della situazione martedì con il Bologna, club a cui è legato per altri due anni pur con l’accordo di potersi liberare con l’arrivo della richiesta di una big. Intanto, sta lievitando l’idea di cercare di arrivare a Maurizio Sarri, sondato dalla Lazio già nelle scorse settimane. Con l’ex tecnico della Juventus si potrebbe concretizzare un incontro nei prossimi giorni. Non è un’operazione facile che però indirizzerebbe il presidente Claudio Lotito verso un programma di primo piano.

gli altri nomi

—  

Intanto, la Lazio tiene d’occhio anche la pista che porta a Vincenzo Italiano. Piace il tecnico reduce da una brillante salvezza con lo Spezia. Anche se esistono delle perplessità sul piano dell’esperienza nell’impatto con un ambiente scosso ora anche dalle tensioni per il divorzio da Inzaghi. Ma resta vivo pure un fronte in chiave internazionale. Non solo per le ipotesi legate ad altri due grandi ex biancocelesti come Sergio Conceicao del Porto (rinnovo comunque vicinissimo) e Dejan Stankovic della Stella Rossa. Sarebbero in lista anche i nomi di Andre Villas-Boas, che si è dimesso dal Marsiglia nella stagione appena conclusa, Rafa Benitez, reduce dall’esperienza in Cina al Dalian, e Nuno Espirito Santo del Wolverhampton.

RINNOVI

—  

Intanto, parallelamente alla scelta del nuovo allenatore, è ripartito il programma per il rinnovo dei biancocelesti. In particolare, per l’esterno Adam Marusic e il difensore Luiz Felipe: per entrambi si sta trattando verso un prolungamento al 2025 del contratto in scadenza tra un anno. Si potrebbe riaprire uno spiraglio per il rinnovo di Thomas Strakosha, vincolato sino al 2022. Con la partenza di Inzaghi, il portiere albanese riavrebbe chance da titolare. Ma la questione è anche condizionata alle valutazioni di chi sarà l’allenatore.

Fonte: gazzetta.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *