Viva Italia

Informazione libera e indipendente

L’avventura “BociaDaMont” | MountainBlogMountainBlog | The Outdoor Lifestyle Journal

“E’ stato interrogandomi su come sono diventato un alpinista che è nata l’idea dei BociaDaMont.”

Così racconta Stefano Bianchi del gruppo guide di Pinzolo Mountain Friends. “Quando avevo 12/13 anni Bruno ci portava a fare boulder in Val Daone e a scalare in falesia, Ezio ci accompagnava in escursione in Adamello e in Brenta. Sono state esperienze preziose che mi hanno permesso di avvicinarmi al mondo della montagna, senza le quali, chissà, forse non sarei diventato guida alpina”.
E tanti altri colleghi, come Stefano, si ricordano ancora con un sorriso delle esperienze fatte da “bocia” accompagnati dalla guide.

Da qui, dalla voglia di “dare”, almeno un poco, quello che a loro tempo avevano ricevuto, nasce il programma “BociadaMont” delle Guide Alpine Mountain Friends di Pinzolo.

BociaDaMont ortovox

Formato il gruppo di ragazzi tra i 12 e i 16 anni, a inizio estate comincia l’attività: l’arrampicata in falesia il lunedì pomeriggio, per imparare a muoversi nel mondo verticale, ma anche per apprendere i nodi fondamentali, vincere la paura dell’altezza e fidarsi del compagno che fa sicura da sotto, aumentando di volta in volta difficoltà e divertimento. Talvolta il meteo non è ideale, ma l’entusiasmo dei ragazzi è traboccante (a volte fin troppo…) e anche l’esperienza “difficile” diventa formativa. E poi le notti in rifugio prima di affrontare sentieri e roccia, e anche il ghiaccio – in Adamello – per imparare a legarsi in cordata e ad usare i ramponi. Con l’avanzare della stagione i ragazzi imparano a muoversi su ferrata, mentre proseguono le gite lunghe che culminano con alcune vie di roccia d’ambiente e la salita di cima Tosa. L’ambiente è selvaggio e isolato: una vera montagna nel cuore del Parco Adamello Brenta, il primo importante “Mont” per questo gruppo di ragazzi, il cui entusiasmo ha ripagato ampiamente le guide alpine impegnate con loro.

Un programma con un futuro ?

Tra le idee sicuramente alcune proposte invernali di approccio al mondo della neve e del ghiaccio, con qualche uscita di sci alpinismo e una scalata sulle cascate di ghiaccio della val Brenta. Sempre guidati dalla bussola del divertimento e, ovviamente, della sicurezza.

Il gruppo Isval, Ortovox Italia e Outback ‘97 hanno sostenuto questa piccola, ma importante avventura, consentendo alle guide Mountain Friends di realizzare un programma davvero ricco e che si spera possa diventare un appuntamento fisso per tanti ragazzi delle Dolomiti di Brenta.

ortovox bambini

INFO: Outback ‘97

Fonte: mountainblog.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *