Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Lavevaz: “L’obbligo vaccinale è l’unica soluzione”

“Credo si debba arrivare all’obbligo vaccinale per tutti, è l’unica soluzione se si guarda ai dati scientifici, che sono di tutta evidenza. Abbiamo l’82% di ospedalizzati non vaccinati, non c’è molto da discutere per provare a vedere il futuro in una prospettiva diversa”.

Così il Presidente della Regione Erik Lavevaz che oggi, in conferenza stampa di fine anno, è intervenuto parlando della situazione sanitaria in Valle d’Aosta.

“Dobbiamo per forza trattare il futuro di questa pandemia, che purtroppo ci accompagnerà ancora per alcuni mesi, in modo diverso – ha aggiunto -. Sono convinto che il sistema di oggi vada rivisto. Non bisogna più usare le quarantene nello stesso modo per chi è vaccinato e chi no. Ho sollecitato in Conferenza delle Regioni che si ampli l’obbligo vaccinale”.

Lavevaz fa un parallelo con lo scorso anno: “Avevamo numero di contagiati alto, ma un tasso di occupazione posti letto dieci volte maggiore ad oggi, impianti chiusi, e una situazione di stallo e sconforto totali e di tensione sociale molto alta. Oggi, per fortuna, nonostante i numeri crudi della pandemia siano alti, abbiamo armi più affilate per combatterla, e la ricaduta sociale ed economica è molto diversa. I numeri, ahimè, continuano a salire, ma avere una popolazione ampiamente vaccinata è un segnale importante e di responsabilità. Ora si deve fare ancora l’ultimo passo, chiedendo ai reticenti di fare la propria parte”.

Posizione cui fa eco quella di Luciano Caveri, Assessore all’Istruzione: “La soluzione è l’obbligo vaccinale, anche per evitare interpretazioni ambigue. Non sono simpatico ai no vax, credo però che si debba dire la verità. Ovvero che, per fortuna, si parla di un fenomeno marginale della realtà valdostana. Resto dell’idea del Presidente e che si ‘tagli testa al toro’. I dati di chi è ricoverato in ospedale parlano da soli”.

Sul mondo della scuola aggiunge: “Si sta riflettendo, per le prossime ordinanze, sul personale. Abbiamo ancora oggi gli assistenti della disabilità e dei dsa che non hanno l’obbligo vaccinale, ed è assurdo”.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *