Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Lavaggio motore dell’auto: quando, come e perché farlo

Il lavaggio del motore dell’auto è una procedura molto utile perché permette di vedere eventuali danni alla meccanica o all’elettronica del veicolo e oltretutto di scoprire che ci sono effettivamente degli importanti motivi per fare appunto la pulizia occasionale del motore. Vediamo insieme di cosa si tratta e come fare.

Come si effettua il lavaggio del motore

Se una persona non è esperta di auto e motori, il consiglio è quello di evitare il fai da te, potrebbe essere anche molto rischioso. Avere un motore pulito comunque è molto importante, perché consente di dare un aspetto migliore al cuore della vettura, e anche di trovare più facilmente eventuali difetti. Una manutenzione accurata del motore aumenta il valore di vendita dell’auto, le cure saranno infatti più evidenti e avere un’auto dall’aspetto pulito è sicuramente un motivo di orgoglio. Una cosa importante da sapere è che, nel caso in cui il motore avesse dei problemi (come ad esempio perdite o trasudazioni) allora la pulizia eliminerebbe ogni possibile traccia. Ma tenete comunque presente che queste situazioni problematiche si riescono ad evidenziare bene solo a motore pulito.

Mettere le mani nel cuore dell’auto, dopo aver fatto un accurato lavaggio del motore, è senza dubbio più igienico e anche più comodo. Bisogna solo fare attenzione a possibili errori che potrebbero andare a danneggiare o addirittura distruggere la trasmissione, per questo raccomandiamo estrema attenzione e, possibilmente, di evitare il fai da te per questa tipologia di lavori, se non si è sufficientemente esperti.

Pulizia del motore auto: come si fa

Prima cosa da sapere è come scegliere il miglior pulitore ad alta pressione; è lo strumento corretto, ma la procedura deve essere eseguita in maniera minuziosa, senza andare a danneggiare il motore. È bene fare attenzione che l’acqua non entri nei collegamenti a spina, rischiando anche di allentare tutto quello che non è ben avvitato a causa della sua pressione, andando a causare chiaramente dei problemi e addirittura dei danni permanenti all’impianto elettrico.

Altra cosa importante da sapere: la pulizia va fatta a freddo, il calore del motore a contatto con il getto d’acqua può provocare delle conseguenze anche serie, potrebbero infatti deformarsi le parti metalliche (che non entreranno più in contatto nel modo ottimale) oppure il getto potrebbe provocare addirittura l’apertura di una fessura nel vano motore.

Qual è la procedura da seguire per lavare il motore dell’auto?

Prima di tutto procuratevi:

  • un vecchio tappeto o un pezzo di cartone molto grande, da mettere sotto il vano motore;
  • un detergente per i freni;
  • un altro detergente, lo sgrassatore che si usa anche per le pulizie in casa;
  • dei panni;
  • un pennello;
  • una spazzola da bucato.

Procedura:

  • il motore deve raffreddarsi completamente;
  • spruzzate il detergente e aspettate qualche minuto;
  • lavate il motore dall’alto in basso con panni e spazzola;
  • il detergente per i freni serve alla fine per eliminare le macchie più resistente.

Il lavaggio del motore rimuove tutto il liquido refrigerante e l’olio dalla trasmissione. Attenzione: l’acqua inquinata non deve andare nelle fognature, provocherebbe un gran danno all’ambiente e voi rischiereste una gran multa. Sarebbe meglio quindi fare il lavaggio del motore della propria macchina direttamente all’autolavaggio, se il servizio lo permette.

Fonte: wheels.iconmagazine.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *