Viva Italia

Informazione libera e indipendente

L’assalto al supermercato: rapinatori minacciano cassiera e si fanno consegnare 1200 euro

“Questa è una rapina, dacci tutti i soldi che hai in cassa”. Siamo in via Grotta di Gregna, al supermercato Carrefour di Colli Aniene. Poco dopo le 18 di ieri, sabato 23 marzo, due rapinatori hanno tentato il colpo facendo irruzione presso l’esercizio commerciale. 

Volto travisato e pistola in pugno, la scelta della cassiera e quindi la minaccia. Con la pistola (poi rivelatasi una scacciacani) puntata contro, la lavoratrice non ha potuto far altro che consegnare il contenuto della cassa, 1200 euro. Quindi la fuga dei due. 

Tutto sembrava essere filato liscio, ma i due malviventi non avevano fatto i conti con la squadra dei Falchi della squadra mobile di Roma. Specializzati in questo tipo di intervento, i poliziotti sono intervenuti poco fuori dal supermercato, bloccando i due. Sono in corso verifiche per altri furti simili: il sospetto degli inquirenti infatti è che i due possano essere responsabili di altri colpi messi a segno con la stessa modalità, nella stessa zona.

Ennesimo episodio a Colli Aniene

Nella mattinata di sabato l’anziana aggredita in casa a Casal Bruciato, nel pomeriggio la rapina a Colli Aniene. Al Tiburtino si conferma l’emergenza sicurezza, con i due quartieri presi di mira. In particolare a Colli Aniene il comitato di quartiere denuncia garage presi d’assalto, un’aggressione in via D’Onofrio. E poi l’aggressione tinta di giallo a Matteo Valentini, il ventenne trovato in una pozza di sangue con ferite alla testa in viale Sacco e Vanzetti, ancora in coma farmacologico.

La richiesta del M5s

Nelle scorse settimana il M5s in municipio IV ha provato a calendarizzare un’interrogazione sul tema sicurezza. Respinta per motivi burocratici, la capogruppo Roberta Della Casa non ha fatto mancare la propria voce: “Nelle ultime settimane, si sono susseguiti crimini e violenze nel totale silenzio della Giunta Municipale, il M5S ha sollecitato un intervento e la conoscenza delle azioni di presidente e assessori – ha aggiunto –il presidente può convocare l’osservatorio prefettizio, può disporre della Polizia Locale, può sostenere le vittime dei crimini. I cittadini e imprese di Casal Bruciato restano abbandonati sul territorio; prendiamo atto che la maggioranza non abbia a cuore il problema e che nel totale disinteresse si rifiuti anche di rispondere”.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *