Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Land Rover, la tradizione british guarda avanti. Bollorè ha presentato il piano Remagine: JLR si elettrizza – Il Messaggero

Nel 2024 vedremo la prima Range Rover completamente elettrica. Un Suv di lusso, completamente rinnovato nel design e nell’immagine e del tutto eco-sostenibile. Un’auto simbolica perché sarà l’immagine iconica della nuova strategia di diversificazione del gruppo Jaguar Land Rover varata da Thierry Bollorè, da pochi mesi fresco ceo del gruppo inglese. Una strategia che il manager francese ha riassunto con lo slogan “Reimagine”, comprensibilissimo anche in italiano. Reimmaginare cioé il ruolo moderno di un marchio di lusso automobilistico nel XXI° secolo in chiave di impatto sociale e di eco-sostenibilità. 

Come verrà attuata questa strategia? La parola chiave attorno a cui ruota tutto il cambiamento è “elettrificazione”. Jaguar e Land Rover compiranno una svolta decisa verso le motorizzazioni ibride o puramente elettriche. Land Rover aumenterà massicciamente la quantità di vetture elettrificate in gamma. Per Jaguar il cambiamento sarà ancor più radicale perché dal 2025 abbandonerà completamente i motori termici e produrrà soltanto auto elettriche. La strategia porterà ad avere entro il 2030 l’intera gamma di modelli Jaguar soltanto elettrica, mentre Land Rover avrà una percentuale di 60% elettriche pure e 40% elettrificato con motorizzazioni ibride.

Ma c’è un obiettivo ancor più ambizioso dietro al progetto: trasformare entro il 2039 l’intera industria Jaguar Land Rover in un’azienda a zero emissioni di carbonio in tutta la sua catena di prodotti, forniture ed operazioni. Per adesso la gamma di modelli continuerà a basarsi sulle attuali tre linee di Suv di lusso: Defender, Discovery e Range Rover, ma con rinnovamenti tecnologici sostanziali sotto al cofano.
In particolare la Defender, ultima arrivata nella gamma Land Rover, al fianco delle motorizzazioni mild hybrid benzina 3 litri da 400 cavalli e mild hybrid diesel da 250 e 300 cavalli vede entrare in gamma (nella versione 110 a passo lungo) i motori 2 litri benzina plug-in hybrid da 404 cavalli che garantiscono un’autonomia in modalità solo elettrica fino a 43 chilometri.

A questi si affiancherà in primavera la top di gamma (sia 90 che 110) con motore otto cilindri a V 5 litri da 525 cavalli, lo stesso che è già sulla Range Rover Sport. Il motore 2 litri 4 cilindri plug-in da 404 cavalli attorno a cui ruota l’elettrificazione dei modelli Range Rover da inizio anno è andato ad arricchire anche la gamma della Velar; la versione PHEV dell’elegante Suv inglese potrà garantire un’autonomia in solo elettrico ancora maggiore rispetto alla Defender: ben 53 km. Con un’accelerazione 0-100 km/h di appena 5,4 secondi.

Fonte: motori.ilmessaggero.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *