Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Lady Diana, la lite con William e il mistero del bimbo in ospedale

Sono passati 23 anni dal tragico incidente che causò la morte di Lady Diana. Era il 31 agosto 1997 quando la Principessa del Popolo si spense prematuramente. E ancora sono molti i misteri che avvolgono la sua vita.

A cominciare dall’anello acquistato con Dodi Al-Fayed poco prima di morire (guarda il video in alto) o le dinamiche dello schianto o ancora quello che riguarda il bimbo di pochi giorni da lei cullato in ospedale. E poi ci sono i rimpianti dei figli William e Harry, oggi per la prima volta separati nel giorno dell’anniversario della scomparsa di Diana, che salutarono al telefono frettolosamente la mamma senza sapere che non l’avrebbero mai più rivista e sentita e la furia del primogenito contro la madre dopo la famosa intervista-scandalo alla BBC.

Ma procediamo con ordine. Lady Diana avrebbe salvato la vita a un bambino di pochi giorni durante una sua visita segreta al Royal Brompton Hospital dove lavorava il chirurgo Hasnat Khan di cui era innamorata.

A rivelare questa vicenda al The Mail on Sunday è James Whetton, il piccolo, oggi adulto, che Diana avrebbe in qualche modo salvato. James racconta infatti di essere nato con una seria malformazione al cuore. Quando aveva appena 6 giorni, la Principessa in visita all’ospedale lo cullò tra le sue braccia con amore. Whetton ritiene che in qualche modo questo gesto di grande dolcezza lo abbia aiutato a superare la malattia e a sopravvivere.

A testimonianza dell’episodio esiste una foto, scattata nel gennaio del 1996, con Diana e il piccolo James, immagine che Whetton conserva ancora sul suo cellulare.

Mentre a proposito di telefoni, c’è una chiamata che William non dimenticherà mai. Quella che fece a sua madre Diana dopo l’intervista alla BBC in cui la Principessa raccontò dei tradimenti di Carlo con Camilla e dei suoi disturbi. Pare che il Principe fosse furioso per la decisione di Lady D di raccontare al mondo alcune dolorose vicende della sua vita privata. E nonostante la sua giovane età, ha severamente attaccato la mamma, pronunciando una frase di cui forse oggi si sarà pentito: “Non ti perdonerò mai“.

Fonte: dilei.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *