Viva Italia

Informazione libera e indipendente

La tragica morte di Michele Buga tornato in quota per recuperare i suoi cani

Non può che esser definita una tragedia quanto accaduto a Michele Buga, professore di matematica e sportivo di alto livello, in Alta Valle Spluga. Originario della Romania e residente in Valsassina da diverso tempo, precisamente a Ballabio, il 60enne nella giornata di ieri, lunedì 9 gennaio, era tornato a Madesimo per recuperare i suoi cani dispersi solo due giorni prima nei pressi del passo Emet.

Nella serata di sabato 7 gennaio, infatti, l’uomo si era visto costretto a chiedere aiuto dopo essersi perso a 3000 metri di quota, facendo così attivare delle complesse azioni di soccorso, condotte dal soccorso alpino della guardia di finanza, del soccorso alpino Cnsas e dalla guardia aerea svizzera di soccorso (Rega). La nottata di ricerche si era conclusa in maniera inaspettata, con il rientro a valle in autonomia di Buga, esperto alpinista e abile conoscitore della montagna, seppur senza i suoi due amati cani di razza husky.

È per recuperare Timun e Garry che lunedì 9 gennaio Buga è tornato nella zona in cui si era perso, trovando sfortunatamente così la propria morte. L’uomo è stato travolto da una valanga, con ogni probabilità staccatasi nel pomeriggio, dopo le nevicate delle ore precedenti, non riuscendo a salvarsi.

Nella mattinata di oggi, martedì 10 gennaio, i finanzieri di stanza a Madesimo, durante la loro quotidiana attività di controllo del territorio, hanno notato l’auto di Buga parcheggiata per il secondo giorno consecutivo ai piedi della risalita verso il passo Emet ed il vicino rifugio Bertacchi. Insospettiti hanno deciso di percorrere il sentiero innevato seguendo le tracce lasciate proprio da Buga ed interrotte dalla slavina.

È nella neve rovinata a valle che i militari hanno rinvenuto il corpo del malcapitato. Inutili gli interventi di soccorso praticati dal personale sanitario giunto da Caiolo con l’elicottero Areu. Il medico non ha potuto che constatare il decesso dell’uomo. Ai finanzieri il difficile compito di avvisare i familiari residenti in provincia di Bergamo. I due husky nel mentre sono stati recuperati e portati presso la caserma della guardia di finanza di Madesimo in attesa che qualche congiunto della vittima li prenda con sè.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *