Viva Italia

Informazione libera e indipendente

La tradizione del presepe in Europa – Lifestyle – Il Granchio

Riconosciuto come uno dei simboli principali della religione cattolica, il presepe è anche una delle più importanti rappresentazioni della nascita di Gesù.

Nata in Italia per la prima volta, la tradizione del presepe ha preso piede con gli anni in diverse parti del mondo.

Indipendentemente dalle dimensioni, dalla tipologia e dai materiali utilizzati, quello che accomuna il presepe in ogni parte del mondo è la presenza di alcuni elementi caratteristici.

Sono infatti elementi fondamentali in ogni presepe:

  • la grotta
  • la mangiatoia
  • le statue presepe della Natività
  • il bue e l’asinello
  • le statuine degli angeli
  • i pastori e le pecore

In questo articolo vengono menzionati alcuni dei presepi più peculiari d’Europa e le loro rispettive storie e tradizioni.

La tradizione italiana racconta che il primo presepe del mondo nasce a Greccio, un piccolo paesino in provincia di Rieti, nel 1223 per opera di San Francesco d’Assisi. La prima riproduzione del presepe ebbe talmente tanto successo che fu sia scolpita su marmo dallo scultore statunitense Arnolfo de Carnio, che dipinta dal famoso pittore Giotto.

Le opere, ad oggi, si trovano rispettivamente nella Basilica di Santa Maria Maggiore, a Roma, e nella Basilica Superiore di Assisi.

Ora, alcune particolarità sugli altri presepi europei.

Il presepe in Spagna

Il presepe in Spagna venne diffuso dai monaci francescani ed è ad oggi considerato una delle celebrazioni più caratteristiche di tutta la penisola.

A simboleggiare l’importanza del presepe per gli spagnoli c’è un vecchio detto che recita “Se il presepe farai, pane mangerai”.

In molte città spagnole viene allestito il presepe vivente e si organizzano delle gare per premiare i migliori presepi. Inoltre, è molto tradizionale anche l’usanza dei bambini che girano per le case con il presepe racchiuso in una cassa e raccontano filastrocche mentre lo scoprono per ricevere regali o dolcetti in cambio.

Ma la peculiarità principale del presepe spagnolo risiede nel buffo personaggio del “Caganer”. Simbolo di prosperità e uguaglianza, questa statuetta indossa vestiti tipici della regione della Cataluñia e, se posizionata all’interno del presepe, conferisce fortuna e allegria.

Il presepe in Francia

Il presepe in Francia è considerato uno dei presepi più belli del mondo grazie alla precisione e alla meticolosità con cui sono rappresentate tutte le statue dei personaggi.

Anche in Francia, per opera di Madre Pica, il presepe viene introdotto intorno al 1200 e, per questo, pare ci siano alcune discordanze su chi abbia realmente allestito il primo presepe della storia, se Madre Pica o San Francesco d’Assisi.

Durante i dieci anni della rivoluzione francese, per ovvie ragioni, la tradizione del presepe si interruppe e tornò a rinascere soltanto in seguito a degli accordi presi tra Papa Pio VII e Napoleone Bonaparte.

La particolarità del presepe provenzale è quella delle statuine dei “Santons” che rappresentano la resistenza francese.

Durante la rivoluzione francese la messa e le rappresentazioni religiose erano proibite e i Marsigliesi, per questo motivo, iniziarono a realizzare nelle proprie case dei presepi di ogni dimensione con i loro tipici Santons, simboli della resistenza.

Il presepe nell’est europeo

Russia, Slovenia, Polonia e Ungheria: quattro paesi, quattro tradizioni totalmente differenti una più peculiare dell’altra.

In Russia il presepe viene sempre costruito su due piani: nel piano superiore viene rappresentata la scena della Natività mentre, al piano inferiore, vengono rappresentate alcune scene umoristiche della vita di tutti i giorni.

In Slovenia, invece, il presepe viene allestito in una zona delimitata della casa definita sacra.

In Polonia il presepe viene allestito in una sorta di cattedrale colorata composta da tre zone differenti:

  • al piano terra vengono rappresentati i Re Magi insieme ai contadini polacchi
  • il primo piano (il piano centrale) è dedicato alla scena della Natività
  • nel piano superiore ci sono gli angeli che annunciano la nascita di Gesù.

In Ungheria è molto caratteristico preparare il presepe in una cassa che abbia la forma di una chiesa o di una stalla che può essere tranquillamente trasportata a mano

Fonte: ilgranchio.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *