Viva Italia

Informazione libera e indipendente

La stretta di Lagarde assomiglia a un cappio per l’Europa (di C. Paudice)

Lo spread ha sfondato quota 230, il rendimento dei titoli di Stato italiani è volato al 3,8%, aggiornando il massimo dal 2014, e Piazza Affari è affondata, lasciando sul terreno il 5% in una seduta segnata da una raffica di sospensioni dei bancari. E pensare che la giornata era iniziata all’insegna dell’ottimismo, forse beffardo viene da pensare, del banchiere austriaco del Consiglio Direttivo della Bce Robert Holzmann, noto falco: “I mercati hanno reagito molto bene all’annuncio di ieri”.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *