Viva Italia

Informazione libera e indipendente

La storia della sinistra: il moralismo al posto della politica

Il solo che non si è fatto mangiare in testa resta Renzi. Tra campi stretti e larghi di Enrico Letta e il carattere irritabile di Calenda, per alcuni non resterà che votare contro la destra, consapevoli di star perdendo, ma sperando che possa essere un’occasione

Farsi mangiare la pappa in testa. Quelli già si dislocano verso il presidenzialismo, impadronitisi di una vecchia e buona bandiera di trasformazione della forma di stato, unica alternativa all’instabilità del pur pregevole trasformismo; quelli già si muovono come vincitori in effigie, e l’immagine conta parecchio come sappiamo, e lei, la superducia, aspetta di partire per un tour europeo, il suo consigliere politico copre superbamente il campo del dialogo da vincitori a vinti, gli staff producono documenti programmatici su tasse ed economia reale, lo spennacchiato Salvini discute di immigrazione e sicurezza e ministri, Berlusconi assapora con mite dentiera d’acciaio la vendetta; e sì, insomma, quelli si sentono e dispongono già oltre il traguardo; ma nel campo troppo largo di Letta, Calenda e Fratoianni ci si strappano i capelli e volano schiaffi in nome della dannata coerenza di principio (Cerasa docet) e del mito autourticante dell’unità generale contro il nemico, si celebrano religioni totemizzanti, col rigassificatore contro le basi Nato e il verdeggiante No Triv, e il cozzo delle identità induce a dar ragione perfino a Maurizio Gasparri: sono scene da fumetto.

Abbonati per continuare a leggere

Sei già abbonato? Accedi Resta informato ovunque ti trovi grazie alla nostra offerta digitale

Le inchieste, gli editoriali, le newsletter. I grandi temi di attualità sui dispositivi che preferisci, approfondimenti quotidiani dall’Italia e dal Mondo

Il foglio web a € 8,00 per un mese Scopri tutte le soluzioni
OPPURE

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *