Viva Italia

Informazione libera e indipendente

La nuova statua della Spigolatrice di Sapri scatena le polemiche: “Troppo formosa, uno schiaffo sessista”

Secondo i detrattori, si tratta di una versione sessista della lavoratrice dei campi resa celebre dalla poesia antiborbonica di Luigi Mercantini che rievoca la fallita spedizione di Pisacane. In particolare, si evidenzia l’abito succinto e trasparente che lascia intravedere le forme della “Spigolatrice”.

I commenti sui social – Sui social si dividono critiche (“leggerezza storica e civile”); ironie (“in effetti, appena una la vede pensa immediatamente alla spigolatrice di Sapri mentre vedeva trucidare 300 giovani”); complimenti (È bellissima, è un’attrazione per i turisti”); e accuse (“imbarazzante” e “sessista”), che arrivano non solo da profili femminili. C’è anche chi posta foto d’epoca che mostra come erano davvero vestite le spigolatrici nei campi. Una statua che “si mostra con un abito succinto, trasparente e con un atteggiamento provocante e lascivo suggerendo di guardarle il bel sedere in mostra, tondo e perfetto, nel caso qualcuno non lo avesse notato”. L’accusa più forte è arrivata dall’ex senatrice Manuela Repetti che chiede di abbatterla.

Lo scultore: “Avrei fatto una figura nuda” – La statua in bronzo è stata realizzata dallo scultore Emanuele Stifano. “Se fosse stato per me – scrive su Fb – avrei fatto una figura completamente nuda, lo stesso vale per il Palinuro di qualche anno fa e per le statue che farò in futuro, semplicemente perché sono amante del corpo umano in generale e mi piace lavorarci. Penso comunque che sia inutile dare spiegazioni a chi vuole assolutamente vederci depravazioni o cose varie”. 

Il sindaco la difende: “Realizzata con maestria” – Il sindaco di Sapri, Antonio Gentile, invece difende la statua a spada tratta: “La nuova statua della Spigolatrice di Sapri è stata realizzata con maestria e impeccabile interpretazione dall’artista cilentano Emanuele Stifano” ha scritto su Facebook. “Al momento a Sapri nessuna parte sociale o politica ha criticato l’opera o distorto il concetto di opera realizzata dall’artista” ha aggiunto il primo cittadino.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *