Viva Italia

Informazione libera e indipendente

La Mercedes gioca il tutto per tutto a Jeddah: motore più potente anche per Bottas

26 Novembre 2021

Nel GP dell’Arabia Saudita anche Valtteri Bottas avrà un motore più potente con la mappatura spinta. La Mercedes gioca il tutto per tutto per permettere a Lewis Hamilton di guadagnare più punti possibili sul rivale per il titolo mondiale di Formula 1 Max Verstappen prima dell’ultima gara della stagione ad Abu Dhabi e scongiurare un arrivo a pari punti.

9 CONDIVISIONI

La penultima gara del Mondiale di Formula 1 2021 che si disputerà sull’inedito circuito cittadino di Jeddah potrebbe rivelarsi decisiva per le sorti dei titoli iridati. Verstappen avrà il primo match point per conquistare l’alloro tra i piloti allungando in classifica su Hamilton, mentre la Mercedes potrebbe chiudere i conti tra i costruttori staccando definitivamente la Red Bull. Altissima quindi la posta in palio nel GP dell’Arabia Saudita ed è proprio per questo motivo che la scuderia tedesca pare disposta a giocarsi il tutto per tutto non solo con il britannico ma anche con il suo compagno di squadra Valtteri Bottas.

Secondo le ultime indiscrezioni che circolano nel paddock della Formula 1 infatti nella tappa saudita Lewis Hamilton monterà nuovamente sulla sua W12 il motore più potente con la mappatura estrema (quello che gli ha permesso di effettuare la strepitosa rimonta ad Interlagos, risparmiato poi nell’ultimo round in Qatar). Ma non sarà l’unico. Scongiurato l’ennesimo cambio di ICE stagionale (sarebbe stato il settimo) dopo i problemi avuti in gara a Losail (dovrebbe bastare la sostituzione della pompa della benzina che non fa parte delle parti omologate del 6 cilindri endotermico e che quindi eviterebbe un’altra penalità in griglia di partenza), la Mercedes sembra infatti intenzionata a fornire anche a Valtteri Bottas un motore quasi nuovo (l’unità 6) che avrà una mappatura molto spinta.

Non sarebbero però state le lamentele esternate dopo l’ultima gara in Qatar dal finlandese a far cambiare idea al team di Brackley bensì una precisa strategia: permettere a Bottas di spingere in qualifica per cercare di piazzare entrambe le Mercedes davanti a Verstappen e provare così poi a mettere a segno una doppietta nella gara del GP dell’Arabia Saudita che, non solo avvicinerebbe il titolo costruttori, ma permetterebbe soprattutto a Lewis Hamilton di arrivare ad Abu Dhabi per l’ultima gara davanti all’olandese in classifica scongiurando così il possibile arrivo a pari punti che favorirebbe il rivale (nel caso entrambi facessero uno “zero” a Yas Marina infatti il pilota Red Bull vincerebbe il titolo per aver ottenuto un maggior numero di vittorie in stagione) e a quel punto la più grande paura di Hamilton potrebbe diventare realtà.

Leggi anche

Mercedes ribalta le qualifiche del GP Messico: Bottas in pole davanti a Hamilton, Red Bull beffata

9 CONDIVISIONI

Fonte: fanpage.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *