Viva Italia

Informazione libera e indipendente

La Mercedes-AMG svela i motori del futuro – AlVolante

DUE IBRIDI PERFORMANTI – Le future sportive della Mercedes-AMG saranno elettrificate grazie a due diversi sistemi ibridi plug-in. Entrambi accoppiano un motore a combustione a uno elettrico e vengono chiamati dalla compagnia tedesca e-Performance: uno si basa sul 4.0 V8 biturbo, l’altro sul 4 cilindri turbo 2.0 litri della A45. Entrambe utilizzano il cambio Mercedes-AMG Speedshift MCT a nove velocità con convertitore di coppia.

UN MOTORE SULL’ASSE POSTERIORE – Le nuove ibride plug-in della Mercedes-AMG si basano su un nuovo schema dove il motore termico è posizionato all’anteriore e quello elettrico al posteriore. L’unità elettrica avrà una potenza fino a 204 CV ed è alimentata da una batteria ad alte prestazioni (collocata sopra all’asse posteriore), ed è totalmente indipendente. Inoltre, il motore elettrico ha un cambio a due rapporti è integrato al differenziale autobloccante con torque vectoring, che trasferisce la coppia in modo ottimale alle due ruote a seconda della situazione di guida. In condizioni difficili, qualora lo slittamento sull’asse posteriore dovesse aumentare, la potenza del motore elettrico viene trasferita anche alle ruote anteriori per un breve periodo di tempo: questo è reso possibile dal collegamento meccanico della trazione integrale attraverso l’albero cardanico e gli alberi di trasmissione delle ruote anteriori. 

LA BATTERIA – Sia il motore elettrico che la batteria sono stati sviluppati internamente. In particolare, quest’ultima, può contare su un’architettura a 400 volt e su un sistema di raffreddamento diretto. Le 560 celle che compongono l’accumulatore vengono raffreddate singolarmente, essendo circondate in modo permanente da 14 litri di liquido refrigerante che viene fatto circolare da una pompa elettrica. Il sistema è progettato per garantire una distribuzione uniforme e una temperatura costante della temperatura della batteria a 45° C (un valore ritenuto ottimale per garantire le massime prestazioni e affidabilità). La batteria è da 6,1 kWh, ha un peso di 89 kg e una potenza di picco di 200 cavalli.

L’IBRIDO CON IL V8 – L’ibrido plug-in più potente, che eroga fino a 804 CV complessivi, con 1.000 Nm di coppia, associa l’attuale V8 biturbo di 4 litri a un’unità elettrica e dovrebbe debuttare con la GT73e 4Matic 4 porte. Le prestazioni sono da vera hypercar: 0-100 in meno di 3 secondi. Le altre specifiche saranno rese disponibili successivamente.

L’IBRIDO CON IL 4 CILINDRI – L’altro ibrido abbina una versione aggiornata del 2.0 turbo a 4 cilindri Mercedes-AMG (denominato internamente M139, viene attualmente utilizzato sulla A45 S) a un motore elettrico, per una potenza complessiva di 503 CV. La vera novità è il turbocompressore elettrico, tecnologia derivata dal mondo della F1 che viene realizzata per la prima volta in un veicolo di produzione, e che dovrebbe consentire di azzerare il turbo lag. IL TURBO ELETTRICO – Funziona così: un motore elettrico inferiore a quattro centimetri di larghezza è integrato direttamente sull’albero del turbocompressore, tra la ruota della turbina dal lato dei gas di scarico e la ruota del compressore dal lato dell’aria fresca. Controllato elettronicamente, il piccolo motorino elettrico aziona direttamente l’albero del turbocompressore accelerando così la girante del compressore prima che il flusso dei gas di scarico prenda il comando. Il turbocompressore viene azionato con l’alimentazione di bordo a 400 volt raggiungendo fino a 156.000 giri/min. Il sistema ibrido a quattro cilindri debutterà sulla futura C63e 4Matic disponibile all’inizio del 2022. 

I PROGRAMMI DI GUIDA – Saranno sei i programmi di guida che l’utente potrà selezionare dal classico Dynamic Select Mercedes-AMG: “Electric”, “Comfort”, “Sport”, “Sport+”, “Race”. I programmi di guida regolano parametri importanti come la risposta dell’acceleratore e del cambio, la consistenza dello sterzo, lo smorzamento del telaio e il rumore proveniente dagli scarichi. L’avvio dell’auto sarà sempre “green” poiché verrà sempre inserita la modalità Comfort in Silent Mode, che utilizza il solo motore elettrico. Gli ibridi Mercedes-AMG Performance possono contare anche sul sistema integrato di controllo della dinamica del veicolo Mercedes-AMG Dynamics, che utilizzando i diversi sensori, agisce sull’ESP (Electronic Stability Program), la trazione integrale e il bloccaggio del differenziale a controllo elettronico dell’asse posteriore. Questo sistema “anticipa” il comportamento del veicolo sulla base delle azioni del conducente e dei dati ricavati dai sensori.

LE AMG ELETTRICHE  – I primi modelli Mercedes-AMG spinti dal solo motore elettrico saranno basati sui modelli Mercedes EQ ingegnerizzati sulla piattaforma EVA. La casa di Affalterbach provvederà ad effettuare delle modifiche su telaio, freni, design esterno, design interno, equipaggiamento e optional. Queste varianti performanti sono definite con le sigle Mercedes-AMG 43 e 53. La prima ad arrivare sarà una versione AMG della EQS, berlina premium che verrà svelata il 15 aprile.

Fonte: alvolante.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *