Viva Italia

Informazione libera e indipendente

La McLaren presenta la monoposto 2021 con la novità del motore Mercedes e dell’arrivo di Ricciardo – Il Messaggero

La McLaren è stata la prima squadra di Formula 1 ad aver presentato lunedì 15 febbraio la monoposto per la stagione 2021. La vettura si chiama MCL35M ed è stata mostrata in streaming dal team con sede a Woking, in Gran Bretagna. La McLaren ha confermato la giovane promessa inglese Lando Norris e al posto di Carlos Sainz, passato in Ferrari, ha preso un pilota di “peso” come Daniel Ricciardo, in arrivo dalla Renault e in precedenza alla Red Bull. In una stagione che per regolamento non permetterà grandi sviluppi alle vetture, la McLaren 2021 è quella che avrà la novità più grande rispetto alla concorrenza: la MCL35M infatti, non avrà più la power unit Renault, bensì quella Mercedes, da cui la M inserita nella sigla della vettura.

Si torna all’antico, quando il binomio McLaren-Mercedes, durato dal 1995 al 2014, ha conquistato tre titoli piloti (1998-1999 con Mika Hakkinen, 2008 con Lewis Hamilton). Una unione che arriva dopo che il team passato dalle mani di Ron Dennis a quelle di Zak Brown, era precipitato agli inferi con l’utilizzo dei motori Honda, una partnership durata dal 2015 al 2018 e rivelatasi disastrosa. Con il passaggio al motore Renault, le cose sono via via migliorate, soprattutto con l’arrivo del team principal Andreas Seidl che ha rimesso ordine in un team in difficoltà e con la coppia di piloti composta da Norris e Sainz. Con l’arrivo della Mercedes, ci si attende un ulteriore salto in avanti dopo il bel terzo posto conseguito nella classifica costruttori 2020. Il motore Mercedes era stato scelto ben prima dell’avvento del Coronavirus e per la sua installazione sono stati spesi i due gettoni consentiti e la maggior parte delle risorse. “Nonostante il poco margine di intervento, la squadra ha compiuto un lavoro fantastico di ottimizzazione”, ha sottolineato il direttore tecnico James Key. “Le regole tecniche sono rimaste abbastanza stabili, ma ci sono molte modifiche aerodinamiche da affrontare nel modo giusto”.

La FIA ha infatti voluto per questa stagione una netta semplificazione del fondo e del diffusore che porterà ad una diminuzione del carico aerodinamico con lo scopo di contenere le prestazioni e le sollecitazioni sulle gomme Pirelli, che rimarranno anch’esse pressoché invariate. La MCL35M assomiglia molto alla monoposto 2020 e per questo motivo il nome non è cambiato, vi è stata soltanto l’aggiunta della lettera M. Una modifica interessa il retrotreno, più compatto per via delle diverse dimensioni del motore 1.6 turbo-ibrido Mercedes. Tante componenti sono state ridisegnate, specialmente per quanto riguarda l’impianto di raffreddamento e l’elettronica. 

Un punto di forza è sicuramente rappresentato da Ricciardo: “È bello aver finalmente raggiunto il team, sembra passata una vita dall’annuncio dello scorso maggio”, ha raccontato l’australiano. “Voglio aiutare la McLaren a proseguire la sua crescita. Sto trascorrendo queste ultime settimane nel Regno Unito per ambientarmi al meglio ed essere preparati all’inizio del campionato”. Il team principal Seidl è convinto di avere una coppia fra le più competitive della F1, non a torto. Il giovane inglese sta crescendo, si è detto pronto ad un ruolo di maggiore leadership, mentre l’ex Renault è ormai inserito nella speciale cerchia dei top driver: “La sua decisione di unirsi a noi è il segno dei progressi che stiamo facendo, porta energia ed esperienza”, ha tenuto a ricordare Seidl. Il boss Brown è stato addirittura più perentorio: “Abbiamo la miglior coppia”. Oggi, martedì 16 febbraio, la McLaren MCL35M girerà a Silverstone per il filming day. Sarà l’occasione di effettuare lo shakedown e verificare che tutto funzioni correttamente, a cominciare proprio dall’integrazione della power unit Mercedes. Un ritorno al passato per guardare al futuro.

Fonte: motori.ilmessaggero.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *