Viva Italia

Informazione libera e indipendente

La Formula 1 approva il congelamento dei motori dal 2022: cosa significa


Approvato all’unanimità il congelamento dei motori per il Mondiale di Formula 1 2022. Nella riunione odierna della Commission F1 si è deciso dunque che per il campionato 2022 non sarà possibile introdurre nuovi propulsori né tantomeno nuovi concetti di propulsione. Si tratta quindi di una vittoria per la Red Bull, che aveva reso una conditio sine qua non il recupero della Honda V6 turbo ibrida dopo che la casa giapponese aveva annunciato il suo addio al Circus alla fine del 2021.

Inizialmente previsto per la stagione 2023, il congelamento delle prestazioni del motore sarà dunque anticipato di un anno. Così ha deciso la Commissione F1 che si è riunita questo giovedì 11 febbraio. Il provvedimento è stato unanime, raccogliendo 34 voti a favore dei 34 voti espressi (10 per il Gruppo F1, 10 per la FIA, 10 per le squadre e 4 per i costruttori di motori). Tale congelamento non dovrebbe però riguardare le evoluzioni tipizzate dall’affidabilità degli stessi motori.

Non si tratta di una sorpresa in quanto Mercedes e Ferrari avevano già fatto sapere che avrebbero sostenuto la richiesta della Red Bull e alla fine, dopo l’iniziale riluttanza, anche Renault si è convinta ad accettare mettendo dunque da parte i propri piani di introdurre un concetto di propulsione completamente nuovo nel 2022. Scelta, quest’ultima, probabilmente dettata dal fatto che, non potendo contare sull’appoggio di nessun altra scuderia (il costruttore francese dalla prossima stagione non avrà più team clienti) e sapendo che bastavano 28 voti affinché la mozione avanzata dalla Red Bull venisse approvata, ha ritenuto inutile schierarsi contro la restante parte del Circus che aveva ormai deciso per il congelamento dei motori dal 2022.

Fonte: fanpage.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *