Viva Italia

Informazione libera e indipendente

La draga scalda i motori Atteso per oggi il via libera


E’ oggi il D-Day. Atteso l’arrivo della draga della ditta di Mestre, che si è aggiudicata il bando a base d’asta di oltre 100mila euro. Dopo aver effettuato i prelievi di campioni di fondale a metà aprile, è giunto il via libera all’avvio della rimozione dei fanghi e limi del fondale, che rendono…

E’ oggi il D-Day. Atteso l’arrivo della draga della ditta di Mestre, che si è aggiudicata il bando a base d’asta di oltre 100mila euro. Dopo aver effettuato i prelievi di campioni di fondale a metà aprile, è giunto il via libera all’avvio della rimozione dei fanghi e limi del fondale, che rendono problematica la navigazione e l’ormeggio sia alla flotta peschereccia che a quella diportistica. Il via vero e proprio alle operazioni di scavo dovrebbe essere dato nella giornata di domani. Difficile ipotizzare una data di conclusione, essendo l’intervento legato alle condizioni meteo. “Se tutto andrà liscio da quel punto di vista – dice Nicola Ianniello, presidente del Circolo Nautico di Bellaria Igea Marina – contiamo che i lavori siano conclusi intorno a metà del mese di maggio, in modo di poter attrezzare i singoli spazi e mettere in acqua le imbarcazioni intorno al 20 maggio”. L’intervento non sarà effettuato – almeno nella fase iniziale – da una delle ’ammiraglie’ della flotta de La Dragaggi, la Giuseppe Cucco, ma da un pontone più piccolo. D’altro canto la quantità di fanghi e limi da rimuovere non dovrebbe essere particolarmente rilevante.

La Dragaggi di Mestre nel 2020 aveva effettuato i lavori attraverso un subappalto tra Ecotec Rimini, che si era aggiudicata la gara cui avevano partecipato anche Thetis Costruzioni e Costruzioni Mentucci Aldo, e naturalmente la stessa Ecotec. La ‘Giuseppe Cucco’ notoriamente ha capacità di carico e rimozione di fanghi superiori a quelle della draga ‘Uso’ della Ecotec.

Fonte: ilrestodelcarlino.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *