Viva Italia

Informazione libera e indipendente

La DelFes scalda i motori, gara 1 di playout è già decisiva

Scatta il playout per la DelFes Avellino. Spareggi salvezza che iniziano tra tante incertezza per la formazione avellinese. Palla a due alle 16 al PalaDelMauro, arbitrano i signori Pierluigi Marzo di Lecce e Cosimo Schena di Castellana Grotte, Bari. I biancoverdi scenderanno in campo tra mille dubbi ed uno stato psicofisico poco invidiabile. Le maggiori incognite riguardano i giocatori acciaccati, che coach Benedetto dovrà gestire. Basile e Hassan affronteranno questi playout con energie ridotte e problemi muscolari. Marra andrà in campo con una vistosa fasciatura alla mano suturata la scorsa settimana.

Bisognerà stringere i denti per traghettare la DelFes verso l’obiettivo desiderato, la permanenza in B, evitando di allungare questa stagione fino ad arrivare al concentramento nazionale, che verrà disputato il 4 ed il 5 giugno. Il tecnico ha le sue convinzioni. Certo della bontà del roster e dell’impegno profuso in questi mesi, si giocherà lo spareggio salvezza con due dati. Il primo è il fattore campo. Avellino avrà tre gare su cinque da poter disputare al PalaDelMauro e una compattezza di squadra migliore. La DelFes nell’ultimo mese e mezzo ha anche espresso un gioco qualitativamente elevato rispetto a tutti gli altri avversari.

Contro Ischia, però, non sarà facile. La dirigenza isolana sta cercando di mettere i conti a posto e vorrebbe la salvezza, valutando poi la possibilità di poter mantenere il titolo di B per farne in futuro merce di scambio. Come i giocatori biancoverdi anche gli ischitani vogliono la fine della stagione, per rompere le righe e pensare alla prossima. Nessuno, per altro, vuol vedere macchiato il proprio curriculum da una retrocessione. Gli elementi più pericolosi tra i biancorossi sono Hadzic, Milosevic e Caceres. Sono i tre atleti su cui sono aggrappate le speranze di coach Carone. Negli esterni figurano Ciarpella ed Antonaci.

Avellino ha un organico con elementi di maggiore esperienza e probabilmente qualità. Di certo al completo la serie sarebbe totalmente a favore degli irpini, ma l’assenza di Hajrovic sotto i tabelloni e soprattutto quella di Agbogan rendono l’incontro equilibrato. Come ogni gare di postseason che si rispetti, il primo match è fondamentale per indirizzare la serie. Avellino potrà disputarla in casa, ma è un dato totalmente relativo. Gli irpini in stagione non sono mai stati sostenuti dal proprio pubblico. I presenti sono sempre stati rappresentati da uno sparuto numero di appassionati.

Il fattore DelMauro non c’è mai stato, la società proverà ad invertire la tendenza aprendo le porte del Palazzetto agli appassionati di basket. Biglietti in vendita al simbolico prezzo di 1euro. Chissà se per la prima volta in stagione il campo irpino potrà essere realmente un fattore. Ischia, invece, ha variato la sua sede del campo di gioco. Gli isolani giocheranno al PalaBarbuto gara 3 ed eventuale gara 4 in programma alle 20.30 di venerdì 20 ed alle 18.00 di domenica 22.

Fonte: orticalab.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *