Viva Italia

Informazione libera e indipendente

La crescita degli e-sport nei paesi del Golfo Persico: un affare da 700 milioni di euro

Negli ultimi anni gli e-sport sono diventati un fenomeno globale. Sono il segmento più redditizio del mercato dell’intrattenimento a livello mondiale, valutato lo scorso anno più di 120 miliardi di euro. Un settore in forte crescita anche nei paesi del Golfo Persico, dove il giro d’affari quest’anno supererà i 700 milioni. Gli sport elettronici garantiscono enormi ritorni finanziari, ma non tutti sono interessati al denaro.

“Se dovessi individuare il momento in cui sono diventata una giocatrice, probabilmente direi quando avevo 14 anni: mio fratello mi ha fatto conoscere i giochi online e ne sono stata rapita – dice la gamer Hanna ‘Zahlyn’ Öberg -. Se stessi trasmettendo in streaming in questo momento, mentre gioco, avrei una telecamera accesa che mi riprende il volto. Monitorerei anche una chat di persone che mi stanno guardando mentre gioco e il feed della mia videocamera.

Ci sono voluti anni prima che i videogiochi guadagnassero credibilità come sport, ma la loro popolarità sia tra gli atleti che tra i fan gli hanno garantito un successo globale, con milioni di utenti che, durante i tornei più importanti, usano piattaforme di streaming come Twitch e YouTube Gaming.

Fare carriera negli e-sport

“La carriera da giocatore in realtà è piuttosto breve – dice Klaus Kajetski, fondatore e amministratore delegato di Yalla Esports -. A vent’anni sei già troppo vecchio per essere un giocatore professionista. Ma poi puoi diventare un allenatore o un analista, quindi ci assicuriamo che ci sia una carriera percorribile anche dopo quella breve come giocatore professionista”.

Cabsat, l’evento globale per l’industria dei media e delle comunicazioni satellitari, ha ospitato un congresso sugli e-sport a Dubai. L’ascesa innarrestabile di smartphone e giochi online è stata un fattore chiave per la crescita del mercato a livello globale.

“Qualche giorno fa la nostra squadra ha vinto un torneo da 150mila dollari – dice Kajetski -. I montepremi sono importanti ma direi che per molti giocatori conti di più il trofeo, vincere il titolo, poter dire ‘sono il campione'”. Alla fine gran parte del successo degli e-sport si deve agli appassionati e alle varie community costruite attorno a giochi. Il Medio Oriente è uno dei mercati in più rapida espansione in tutto il mondo, con squadre e appassionati determinati a far crescere la disciplina.

Fonte: it.euronews.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *