Viva Italia

Informazione libera e indipendente

La Camera ha approvato il rifinanziamento della missione per addestrare la cosiddetta Guardia costiera libica

La Camera dei deputati ha approvato il rifinanziamento della missione delle forze dell’ordine italiane per addestrare la cosiddetta Guardia costiera libica, il corpo armato a cui da diversi anni il governo italiano e l’Unione Europea hanno affidato il compito di impedire ai migranti che partono dalle coste della Libia di arrivare a quelle italiane. Un compito che molto spesso la Guardia costiera libica svolge con la violenza e tramite una violazione sistematica dei diritti umani. A favore del rifinanziamento ha votato praticamente tutta la Camera (tutte le forze di maggioranza più Fratelli D’Italia), con soltanto tre contrari e due astenuti.

Poco prima, l’aula aveva bocciato una risoluzione presentata da 30 deputati di PD, M5S, LEU e +Europa che chiedeva la chiusura della missione, perché rifinanziarla avrebbe significato «continuare a sostenere direttamente e indirettamente la deportazione di uomini, donne e bambini nei centri di detenzione in Libia». Per la risoluzione hanno votato 40 deputati.

numerose discussioni negli ultimi giorni, soprattutto all’interno del Partito Democratico. Alla fine, il PD ha deciso di approvare il rifinanziamento, ma soltanto dopo l’approvazione di un emendamento che prevede “il superamento della suddetta missione” e il trasferimento della responsabilità di addestrare la Guardia costiera libica alla missione militare IRINI dell’Unione Europea.

Dal 2017 a oggi l’Italia ha stanziato 22,1 milioni di euro soltanto per le missioni di addestramento e appoggio della Guardia costiera libica da parte delle forze dell’ordine italiane. Nella relazione per il 2021 il governo prevede di spendere per lo stesso scopo 10,5 milioni di euro, la cifra più alta mai stanziata.

– Leggi anche: L’Italia continuerà ad addestrare la cosiddetta guardia costiera libica?

La motovedetta “Fezzan” – ex unità della Guardia di finanza, classe Corrubia – con a bordo equipaggio della Guardia Costiera libica in una foto diffusa il 21 ottobre 2018 (ANSA/ UFFICIO STAMPA)

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *