Viva Italia

Informazione libera e indipendente

K2: Sajid Sadpara affronta il Colle di Bottiglia

Sajid Ali Sadpara. Fonte: Twitter

Prevista per oggi la salita del giovane pakistano a quota 8.300 metri, dove è stato trovato il corpo del padre

I corpi del pakistano Muhammad Ali Sadpara, dell’islandese John Snorri e del cileno Juan Pablo Mohr, dispersi sul K2,  sono stati trovati ieri, lunedì 26 luglio, oltre cinque mesi dopo la loro scomparsa.

Il segretario del Club alpino pakistano Karrar Haideri, in una nota ha riferito che sarà “molto difficile” recuperare i corpi dei tre alpinisti  a causa dell’alta quota. A tal proposito, l’aviazione militare pakistana starebbe fornendo il suo contributo.

Haideri ha affermato che le famiglie  di Snorri e di Mohr hanno espresso il desiderio di riportare in patria le loro salme.

Ieri sera, Elia Saikaly, da C4 a 7.750 metri di altitudine,  ha informato che Sajid Sadpara (figlio di Muhammad Ali),  ha  sepolto il corpo di Juan Pablo Mohr nel luogo del ritrovamento.
L’amico di Mohr, Federico Scheuch, da alcuni giorni al campo base del K2,  ha confermato, comunque,  la volontà della famiglia del cileno di recuperare la salma.

Sempre secondo quanto reso noto da Saikaly, oggi Sajid  dovrebbe affrontare il Collo di Bottiglia per raggiungere quota 8300 metri, dove si trova il corpo di suo padre Muhammad Alì.

Muhammad Ali Sadpara. Fonte: Alpine Adventure Guides Pakistan/Twitter

K2 Sperone degli Abruzzi. Fonte: team Ali Sadpara/twitter MissionSadpara

K2. Fonte: Team Ali Sadpara/twitter Mission Sadpara-2

La localizzazione dei tre alpinisti

Secondo le informazioni diffuse e in attesa di conferma, i tre alpinisti sono stati ritrovati in luoghi diversi. Juan Pablo Mohr, a un’altitudine compresa tra i 7.800 e i 7.900 metri, vale a dire, nella parte più alta della Spalla, ultima zona possibile per allestire un campo d’alta quota. Di solito, vi si installa il Campo 4 della via normale. Un campo  non  utilizzato lo scorso inverno, a causa delle temperature estremamente basse.

Juan Pablo Mohr. Foto di archivio

Il corpo di Ali Sadpara è stato localizzato appena sopra il Collo di Bottiglia, ad un’altitudine di 8.300 m, la parte più critica della salita al K2, uno stretto corridoio altamente esposto alla caduta di ghiaccio dai minacciosi seracchi  che vi si ergono sopra. Il corpo di John Snorri è stato individuato a 100 metri di distanza.

Dalle posizioni dei loro corpi,  si ritiene che la morte dei tre  sia avvenuta durante la discesa, anche se non è certo che abbiano raggiunto la vetta.

Invernale al K2 2020: John Snorri. Foto: J. Snorri/instagram

Ricordiamo che Snorri, Sadpara e Mohr,  furono visti per l’ultima volta il 5 febbraio, mentre stavano attraversando il Collo di Bottiglia, per salire in vetta. Fu lì che Sajid Sadpara si separò da loro per ritornare a C3, a causa del malfunzionamento dei suoi erogatori di ossigeno.

Dopo giorni di ricerche e  l’impiego di elicotteri dell’esercito pakistano, l’utilizzo di immagini satellitari e tecnologia SAR, i tre scalatori furono ufficialmente dichiarati morti il ​​18 febbraio 2021.

Fonte: mountainblog.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *