Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Juve-Roma 1-3: Kalinic e Perotti ribaltano Higuain

TORINO – La Roma chiude in bellezza e rompe la maledizione dello Stadium, la Juve cade (di nuovo, dopo Cagliari) nella serata della coppa scudetto. Passata subito in vantaggio con Higuain, la squadra di Sarri, che come promesso ha dato ampio spazio agli Under 23 (Frabotta, Muratore, Zanimacchia dal 1′, Olivieri e Vrioni nella ripresa), si fa rimontare da Kalinic e Perotti (doppietta) chiudendo il campionato con un punto di vantaggio sull’Inter. La testa è già a venerdì prossimo contro il Lione, bivio decisivo della stagione e del futuro del tecnico. Obiettivo Europa anche per Fonseca, che chiude con sette vittorie e un pareggio nelle ultime otto giornate e può pensare al Siviglia con ottimismo e uno Zaniolo (bellissima l’azione sul secondo gol di Perotti) in più.

SERIE A, LA CLASSIFICA

Juve, sblocca subito Higuain

Sarri punta in attacco sul trio Bernardeschi-Higuain-Zanimacchia, mentre in mezzo al campo Rabiot e Matuidi supportano Muratore. Fonseca risponde con Zaniolo e Perotti alle spalle di Kalinic. Calafiori sulla destra e Fuzato in porta le novità annunciate. Come previsto, i ritmi della gara sono piuttosto compassati un po’ per il caldo, un po’ per la mancanza di un vero obiettivo e di due formazioni largamente sperimentali. Se il gioco latita, i gol comunque arrivano. Al 5′, su calcio d’angolo dalla sinistra, Rabiot regala un perfetto assist a Higuain che anticipa tutti e batte Fuzato.

Roma, la rimonta con Kalinic e Perotti

La Roma assorbe il colpo e al 23′ risponde: sempre dalla bandierina Kalinic colpisce di testa e supera Szczesny. La squadra di Fonseca prende coraggio e nel fila di tempo il protagonista diventa Calafiori. Prima al 36′, quando segna un bellissimo gol da fuori area annullato però perché il gioco era già fermo. Poi al 44′, con uno spunto in area che costringe Danilo al fallo. E’ rigore, che Perotti trasforma. In avvio di ripresa Sarri cambia inserendo Ramsey e Demiral per Rabiot e Bonucci. La Roma resta concentrata e al primo affondo va ancora a segno. Da applausi la progressione di Zaniolo, che vince un contrasto con Matuidi a centrocampo, arriva fino al limite e smarca Perotti in area per il 3-1. Fonseca applaude e cambia: dentro Juan Jesus, Santon, Ünder e Bruno Peres. La Juve prova a reagire e al 15′ colpisce un palo con Ramsey. Entrano anche Kluivert, Olivieri, Pinsoglio e Vrioni per la passerella finale, ma la gara è ormai chiusa. Il pensiero di entrambe è all’Europa.

JUVE-ROMA, TABELLINO E STATISTICHE

Fonte: corrieredellosport.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *